Al nono mese di riprese di “Vite al limite” Kelly muore a soli 42 anni. Aveva già perso 155 chili.

Il dottor Nowzaradan di “Vite al limite” ha davvero avuto a che fare con molti casi difficili. Molte delle storie del programma, andate in onda su Real Time, hanno raccontato i sacrifici e i successi dei pazienti che si sono affidati alle cure del noto dottore.

Ma alcune storie si sono rivelate davvero tristi, infatti alcuni protagonisti del programma, non hanno fatto la fine che avrebbero dovuto, nelle loro vite ci sono state delle complicanze che li hanno portati alla morte.

Tra queste storie estremamente tristi, vi abbiamo già parlato di Sean Miliken, ma non è l’unico protagonista di una delle storie del programma ad essere morto.

Anche una donna del North Carolina, che ha partecipato alla settima stagione di “Vite al limite” è morta a soli 42 anni, al nono mese di riprese del programma

Kelly Mason quando ha raggiunto il dottor Now pesava più di 700 libbre, più di 320 Kg, ed era esausta della sua vita.

Queste le parole di Kelly durante le registrazioni di “Vite al Limite”: “Vorrei avere un corpo diverso, ogni giorno è una tortura, anche la minima azione diviene complicata, purtroppo la gente non lo capisce. Non riesco a smettere di mangiare è come se il cibo fosse una sorta di palliativo che uso per cercare di realizzare i miei sogni e risolvere i problemi”.

Da bambina Kelly aveva subito degli eventi traumatici, che l’hanno segnata per tutta la vita, e il cibo era l’unico rifugio dei suoi problemi.

Kelly davanti al dottor Nowzaradan appare molto determinata a vincere i suoi demoni.

Il medico sapeva che con lei ogni giorno che passava in quelle condizioni era una questione di sopravvivenza, la donna era infatti affetta da diverse malattie come: ipertensione, diabete, embolia polmonare, reflusso, problemi di tiroide, e via dicendo.

Grazie alla sua forza di volontà durante il suo percorso con il dottor Nowsaradan ottiene grandissimi risultati, perdendo ben 155 kg- I suoi sforzi sembrano dare buoni frutti, Kelly arriva ad un peso di 174 chilogrammi.

Sembrava fosse arrivato per lei il momento di godersi una nuova vita, un nuovo inizio, la pazienta era vogliosa di seguire la dieta e i consigli del dottore. Eppure un evento tragico si nascondeva dietro l’angolo.

Il cuore di Kelly, infatti, alla fine non ha retto e dopo aver lottato tanto coi problemi di insufficienza cardiaca, la donna è deceduta.

Il dottor Now e tutta la comunità che segue con passione il programma e sostiene questi eroi che sfidano un problema spinoso come l’obesità hanno espresso messaggi di cordoglio verso Kelly. Il dottore ha detto che storie come quelle di Kelly possono essere d’ispirazione. (La puntata con la storia di Kelly)

Episodi del genere non dovrebbero mai verificarsi specie per chi stava mettendocela tutta per risolvere alla grande i problemi. Ma il destino è beffardo e spesso ci coglie impreparati.

Potrebbe interessarti anche: Partecipa a “Vite al limite” ma abbandona il programma del dottor Nowsaradan dopo 6 mesi. La storia di Jeanne è tra le più drammatiche