Protagonista di “Vite al limite” muore a soli 29 anni, la sua storia aveva colpito tutti.

MOlti seguorno il reality show statunitense dal titolo originale “My 600 Pound Life” conosciuto in italia come “Vite al Limite” in onda su Reail Time.

Il programma seguito da un ricco pubblico nel 2016 ha raccontato la storia di Sean Miliken, seguito nel suo percorso dal dottor Nowzaradan.

Il giovane ragazzo aveva raggiunto il peso di 400 chilogrammi purtroppo recentemente si è spento.

Questa notizia è stata rivelata da suo padre che ha raccontato che il figlio è morto a causa di un’infezione a soli 29 anni.

Durante lo show Sean ha raccontato al pubblico il suo problema con il cibo e con il peso.

Quando viveva forti emozioni o situazioni imbarazzanti, Sean trovava conforto solo nel cibo, mentre mangiava, pensava che nella vita fosse importante solo mangiare.

Raccontava ai suoi fan come stava cambiando la sua vita a causa del considerevole peso: era una conquista raggiungere un luogo della casa o il bagno con i suoi movimenti lenti ed impacciati.

La madre di Sean, Renee, è intervenuta durante la trasmissione del reality raccontando quante difficoltà doveva affrontare per prendersi cura del figlio, che per le sue notevoli dimensioni risultava quasi impossibile poterlo lavare da sola e l’igiene era fondamentale per non creare l’insorgere di piaghe.

Nel 2018, The Learning Channel (TLC), la rete televisiva statunitense, avrebbe voluto incontrare di nuovo Rene, la madre di Sean, ma purtroppo lei era morta poco tempo prima.

Difatti, due settimane prima dell’incontro, la madre di Sean ha avuto un malore ed è stata ricoverata in ospedale; dove la situazione è precipitata e Renee è morta.

Sean, dopo la morte della madre, ha deciso di vivere in modo più salutare e, ha raccontato che con impegno ha perso 180 chilogrammi.

Il padre di Sean ha raccontato però, che suo figlio aveva problemi all’apparato respiratorio causati da una grave infezione.

Sean è stato malissimo, è stato portato in ospedale, il personale medico ha tentato di rianimae il giovane, ma il suo cuore non ha retto ed ha smesso di battere.

La rete televisiva TLC ha manifestato le sue condoglianze alla famiglia e agli amici di Sean ed ha ringraziato il compianto Sean per aver condiviso la sua storia toccando la vita di molta gente.

La sua vicenda è stata molto popolare tra coloro che l’hanno seguita: lo conferma una moltitudine di commenti.