Sushi: lo consumi nel modo giusto? 9 regole per mangiarlo in modo corretto. Ecco gli errori da non fare


Nel mondo occidentale, mangiare del sushi è una cosa ormai scontata, tant’è che è come andare in pizzeria o in trattoria. Con il tempo si è perso la particolarità dell’evento e oggi è una cosa molto comune per tante persone. Tuttavia non bisogna dimenticare la centenaria tradizione del rito del sushi e quindi è opportuno conoscere quali siano i corretti comportamenti da adottare in un sushi restaurant.

Attualmente, nel mondo, il più grande maestro dell’arte del sushi è Jiro Ono, un uomo di 94 anni che a Tokyo offre ai 10 fortunati commensali che riescono a sedersi al suo umile sushi bar, un’esperienza da molto valutata mistica. Quest’uomo ha dedicato tutta la sua vita alla sua arte e nel 2016 ha pubblicato “Sushi: Jiro Gatronomy”, la guida perfetta per imparare a cucinare e soprattutto a mangiare il sushi, secondo la tradizione giapponese.
Esistono 9 regole principali da applicare per mangiare correttamente il sushi:

credit: pixabay/DrawsAndCooks

1. Mangiarlo con le mani
È consuetudine in Asia, offrire una salvietta calda umida prima di mangiare del sushi, in modo da avere le mani pulite per ottenere la presa appropriata e consumare quegli alimenti che si devono prendere con le mani, nel miglior modo possibile.

2. Il sushi è un “santuario portatile” e le bacchette sono il modo per trasportarlo
Secondo il maestro Jiro la presa deve essere sempre laterale e non bisogna mai incrociare le bacchette. Raschiarle tra loro è un’offesa verso lo chef e non bisogna mai passare il cibo da una bacchetta all’altra, perché ha connotazioni con i riti funebri.

3. Mangiare pesce e riso separatamente
Il “nigiri” (polpettine di riso su cui vengono sistemale le fettine di pesce crudo) è creato per essere mangiato in quel modo e se qualcuno vuole gustare separatamente gli ingredienti, dovrebbe ordinare qualcos’altro.

4. Mai esagerare con la soia
Il più grande errore degli occidentali è aggiungere la salsa di soia al riso nigiri. Se il riso si bagna il pezzo si sfalda, finendo per mangiare riso alla salsa di soia. L’ideale è inumidire leggermente la bacchetta, per aggiungere un leggerissimo tocco di soia e godere appieno dell’esperienza.

5. Moderare l’uso di zenzero e wasabi
Bisogna ricordare che un pizzico di zenzero va utilizzato solo per purificare il palato e apprezzare sapori diversi, mentre il wasabi non va assunto come se fosse guacamole.

6. Non mescolare salse e condimenti
Un errore comune è mescolare la salsa di soia con il wasabi. Il sushiman, aggiunge già la corretta quantità di salsa a ogni nigiri co il pennello, dato che ogni tipo di pesce ha bisogno di un dosaggio differente.

7. La bevanda da abbinare
La miglior bevanda da abbinare al sushi è un tè, appositamente servito per accompagnare il loro sapore. È una bevanda che viene offerta dalla casa e non implica costi. Questo oltre ad aiutare a digerirlo più velocemente ed evita che gli zuccheri delle bevande modifichino il loro sapore.

8. Non lasciare nulla a lungo nel piatto
Il buon sushi dovrebbe essere consumato appena arriva nel piatto, per evitare che perda sostanza e sapore.


credit: pixabay/kanami-y

9. Mai paragonare in un ristorante, il sushi di un altro locale
In occidente è normale paragonare i sapori di locali differenti, mentre gli asiatici questo non lo fanno, dato che è considerato scortesia e mancanza di rispetto.

LEGGI ANCHE: Zucca: i benefici che non conoscevi del cibo autunnale