Scarti di patate: Ecco come potrete riutilizzare i germogli. Adesso non li getterete più

Creare un proprio orto non è qualcosa di impossibile, ci vuole un po’ di tempo, un po’ di tempo e un po’ di cura per le piante e l’ambiente. Ma da dove si parte? Possiamo iniziare proprio dal conservare gli scarti della frutta e della verdura che consumiamo, infatti è dai semi che tutto nasce. Dunque ecco alcune idee per realizzare il vostro orto fatto in casa. Ecco quali piantine potete far crescere nel vostro giardino usando i semi dei frutti da voi consumati.

Patate
Sono un alimento molto usato, il pezzo da piantare è quello dei germogli . Dopo aver piantato e innaffiato il germoglio, dopo circa due o tre settimane dalla fioritura le patate possono essere raccolte. Se non si preferiscono le patate novelle ma quelle più mature , invece, occorre attendere fino a due o tre settimane dalla scomparsa radicale delle foglie.

Pomodori
Non è molto difficile piantarli, ma hanno bisogno di un po’ di cura, occorre innanzitutto estrarre i semi dal pomodoro per poi piantarli in un terreno . Prima di metterli all’aperto occorre farli crescere in una serra , la temperatura ideale per piantare i pomodori è di 20 gradi circa, per evitare che non si sviluppino non devono mai trovarsi ad una temperatura inferiore ai 12 gradi.

Sedano
Il sedano può essere coltivato in casa, sul balcone o in giardino. Per farlo, possiamo tagliare la base di un cespo di sedano lo possiamo mettere in una ciotola con dell’acqua e una volta spuntate le radici lo possiamo piantare nel terreno.

Peperoni
Sono fra i più facili da seminare ma il terreno deve essere nelle giuste condizioni di fertilità. E soprattutto si consiglia di piantare un solo un seme per volta, è consigliata una coltivazione all’aperto in modo che trovino più spazio per crescere, per questo è meglio piantarli in un giardino.

Erbe aromatiche
Sono sicuramente tra le piantine più coltivate in casa, chissà quanti di voi hanno coltivato o ritrovato a casa di amici piantine di prezzemolo, basilico o menta. Queste erbe sono ottime per insaporire tutti i nostri piatti, e sono anche molto facili da piantare in casa, non occorre molto sbazio basta un piccolo vaso. Anche in questo caso è bene preferire una zona protetta per così dire per poi spostare la pianta all’aperto.

Anguria
Chi mangia l’anguria sa quanti semi si trovano al suo interno, tutti quei semini possono essere prelevati cosi da coltivarli in un terreno per coltivare nel proprio giardino le angurie, ma attenzione occrre che inizialmente i semi siano posti siano poste in una serra o in un vivaio per alcune settimane prima di un trasferimento nel terreno di coltivazione. Diciamo che 80 giorni bastano per far sì che questo frutto sbocci nel migliore dei modi.

Potrebbe interessarti anche: Impara a piantare lo zenzero a casa tua: Ecco come fare.

Total
15
Shares
Related Posts