Sapete che esistono monete da 10 centesimi che valgono fino a 288 euro? Ecco quali sono

La moneta di 10 centesimi è composta da una lega chiamata oro nordico. Pesa 4,10 grammi ed ha uno spessore di 1,93mm. Queste monete, come sempre, hanno una faccia comune sul retro e una specifica per ogni nazione sul un lato, chiamato dritto.

Sul lato verso, come in gergo è denominato, ritroviamo il valore della moneta e un disegno che riporta la mappa dell’Europa che viene attraversata da sei linee che uniscono le dodici stelle. Ovviamente si tratta sempre di un’opera di Luc Luycx.

Il disegno, come spesso capita, richiama le 12 stelle e la bandiera dell’Europa. Ogni moneta emessa nei diversi Paesi riporta un disegno diverso a seconda della nazione di riferimento. Sul lato dritto, nella zecca di Roma, la moneta si presenta con la Nascita della Venere, del grande artista Sandro Botticelli.

Alla destra del collo della Venere troviamo il simbolo della Zecca. Ovviamente il valore di questa moneta è dieci centesimi ma ci sono molte condizioni che ne aumentano il valore.

Per esempio la moneta da 10 cents emessa a Malta nel 2008, vale 1 euro. Ovviamente non si tratta di un valore inestimabile, ma insomma, il suo valore aumenta di ben 10 volte e non è mica male. Oro colato per i collezionisti. Ma andiamo avanti.

La moneta di dieci centesimi conio 2002, ha un valore molto alto per i veri appassionati di numismatica. Si tratta di monete emesse con difetti di fabbrica e possono valere 236 euro per un errore sull’anno di conio, 2002, e per leggere la data dobbiamo ruotarla di 180 gradi, fino ad arrivare ai 288 euro, per una moneta coniata in Germania nel 2002.

Se troviamo queste monete, magari nel portafoglio o in qualche vecchio cassetto, è bene metterla sul mercato, a meno che non siamo collezionisti incalliti.

LEGGI ANCHE: Sapete che esistono monete da 50 centesimi che valgono migliaia di euro? Ecco quali sono

Total
1
Shares
Related Posts