Qual è il modo giusto per conservare la bottiglia di vino, sdraiata o in piedi? Ecco la differenza.

Vi siete mai posti il problema della corretta conservazione delle bottiglie di vino che acquistate? Come le riponete, sdraiate o in piedi? Forse non ve lo siete mai chiesti ma vi è una differenza. In molti amano il vino in tutte le sue varietà bianco, rosso, frizzante, una bella bottiglia di vino è sempre fonte di allegria. Tuttavia per godere al meglio di questa bevanda è bene conservarla nella maniera corretta.

Prima di scoprire quale sia la giusta posizione è bene capirne il motivo. Innanzitutto il tappo svolge un ruolo fondamentale nella presente questione. La funzione del tappo infatti non è solo quella di chiudere la bottiglia ma anche quella di limitare il contatto del vino con l’ossigeno, in modo che non maturi più del dovuto.


Foto: pixabay/NunoSantos_21

La giusta conservazione di una bottiglia è importante, l’invecchiamento del vino in modo adeguato, ne salvaguarda la natuale maturazione. In questo l’uso del tappo di sughero permette un buon grado di conservazione perchè grazie alla elasticità di questo tipo di materiale, che preme contro il collo della bottiglia, l’aria non riesce a penetrare.

Dunque per capire quale sia il giusto metodo di conservazione del vino è opportuno guardare il tappo. Se il tappo è di sughero è importante ricordare che si tratta di una materia viva, molto malleabile e che tende a mutare forma, ma soprattutto può perdere la sua elasticità se non conservato nella maniera corretta.

Quindi il modo migliore per conservare la vostra bottiglia di vino è tenerla sdraiata in modo che il vino possa bagnare il tappo di sughero. In questa maniera il sughero a contatto con l’umidità del vino non perderà la sua elasticità seccandosi e potrà svolgere al meglio la sua funzione isolante. Nel caso in cui la vostra bottiglia avesse un tappo di materiale sintetico piuttosto che di sughero, allora il problema non si pone e potrete conservarla in qualsiasi posizione.

LEGGI ANCHE: Sapete a cosa serve il fondo concavo delle bottiglie di vino? Ecco qual è la spiegazione