Non comprerai mai più lo zenzero – Piantarlo in casa è davvero facile

Oggi lo zenzero è molto usato in ogni capo e gli vengono riconosciute grandi proprietà. Sono stati fatti passi da gigante da quando fu portato dalla Cina in Europa più di 3000 anni fa.

All’epoca questa pianta era molto costosa, ma oggi è molto diffusa. Sappiamo che può avere proprietà ottime per il nostro metabolismo, ed è molto indicato per alleviare dolore e infiammazione in alcune particolari occasioni. Insomma, è veramente un’ottima radice.

Di solito lo compriamo al supermercato o nelle varie fiere. Ma sapete che potete coltivarlo in casa? Beh, non vi resta che leggere questi metodi fai-da-te.

Selezionare una radice
Per prima cosa dobbiamo selezionare delle radici spesse e lisce, avvolgiamola in un tovagliolo di carta umido e poniamola in un vaso, facendo sì che sia sempre umida abbastanza. Quando abbiamo una quantità di radici che spuntano in maniera numerosa, possiamo già piantare lo zenzero.

Piantare
Riempiamo un vaso con della terra, un contenitore che dovrebbe poter contenere due o tre radici. Piantiamo i rizomi, le radici, appena sotto la superficie del suolo e copriamo con un sottile strato di terreno, circa due centimetri. Teniamo il vaso in un luogo all’ombra.

Innaffiamo con moderazione, allo zenzero piace il calore e l’umidità. Manteniamo il terreno umido ma non bagnato, basta che sia ad una temperatura di circa 23 gradi, a 12 mesi, i germogli dovrebbero essere alti almeno 70 cm.

La raccolta
Le piante, a questo punto, dovrebbero crescere normalmente, i rizomi, quindi, possono già essere raccolti, le radici possono essere tagliate e il resto che rimane a terra, potrà essere usato perché continui a crescere in maniera adeguata, facendo sì che vengano generate altre piante nel tempo.

Si tratta di un metodo molto semplice che darà una svolta alle vostre vite. Provare per credere.

LEGGI ANCHE: Come piantare lo zafferano: suggerimenti per la semina