Come piantare lo zafferano: suggerimenti per la semina

Come già accennato, il clima ideale per la semina è subtropicale, preferibilmente con sorgenti piovose ed estati secche.
Un’eccessiva siccità o umidità, calore o freddo possono danneggiare la pianta.

L’equilibrio delle temperature è molto importante, quindi a seconda di dove vivi, potresti dover far crescere la pianta in una serra, protetta da condizioni meteorologiche estreme.

Luminosità
È importante che durante alcune ore del giorno la tua pianta riceva il sole diretto.

Anche così, fai attenzione a non esagerare. Ha bisogno di un massimo di 11 ore di luce (diretta e indiretta) al giorno.

Proprietà del suolo
Per imparare a piantare lo zafferano devi anche fare attenzione che il terreno abbia un pH tra 5,5 e 7,5, ricco di sostanza organica, leggero e ben drenato.

Come fare l’irrigazione
Il terreno per lo zafferano deve rimanere umido, ma senza eccessi. Ecco perché è importante che sia sempre ben drenato.
Ha bisogno di più umidità in primavera e in autunno. In estate hai bisogno di meno acqua, proprio come quando i fiori iniziano a sbocciare.

Piantare i Cormi
Lo zafferano non dà semi, quindi non troverai pacchetti di semi per far crescere questa pianta. Se provano a venderveli , non fidatevi, siate sospettosi.

La semina dovrebbe essere fatta dai cormi, che sono sfere simili all’aglio coperte da una cannuccia sottile simile a una foglia di mais
Dovrebbero essere collocati in fossati da 10x10cm e coperti col terreno. Se stai piantando più comi, dovresti lasciare da 40 a 50 cm di spazio tra le linee di piantagione e da 10 a 20 cm di spazio tra i cormi.

Puoi anche piantare almeno 6 cormi in vasi e vasi da raccogliere abbastanza da usare in una ricetta.


Come usarlo?
Ora che sai come piantare, devi sapere cosa farne dopo la raccolta. Poiché la produzione è piccola, è importante non sprecarne nemmeno un po’.
Puoi usarlo come spezia nelle tue ricette immergendo alcuni pistilli in acqua o latte caldo per alcuni minuti oppure aggiungendolo all’impasto che stai preparando. Non mettere i pistilli asciutti e puri.

I benefici per la salute possono anche essere ottenuti preparando un tè o un tampone di zafferano da applicare sulla pelle.

Al momento dell’utilizzo, bastano solo 1,5 grammi al giorno. Più di questo può portare a effetti collaterali. Il tè non deve essere consumato da donne in gravidanza e in allattamento


LEGGI ANCHE: Impara a piantare l’aglio a casa, è molto semplice!