Muffa sul formaggio? Cosa fare e come conservarlo al meglio

Vi è mai capitato di tirare fuori dal frigorifero alcune splendide forme di formaggio, acquistate da poco tempo e avvolte completamente dalla muffa?
Di certo non è un fatto insolito.  Infatti è una cosa del tutto normale che se il formaggio permane in frigorifero per alcuni giorni cominci a formare della muffa sulla sua superficie.

Questo, a differenza di come potrebbe sembrare, è un segno positivo, perché vuol dire che il formaggio è prodotto in maniera naturale e senza trattamenti particolari. Esistono vari tipi di muffa e quindi dobbiamo distinguere quelle positive da quelle negative.


Foto: pixabay/JillWellington

La muffa positiva, o muffa “buona” è quella il cui colorito tende al blu e la troviamo nel classico Gorgonzola o nel Roquefort.  Queste muffe sono prive di contaminazione batterica e la loro unica caratteristica è dare al formaggio il tipico sapore che lo rende famoso. Ci sono alcune muffe buone di colore bianco, che si formano sugli strati superficiali dei formaggi morbidi, come nel Camembert.

In caso della presenza di queste muffe, sarà sufficiente con un coltello eliminare la parte in cui si è formata e potrete consumare tranquillamente il formaggio.  Viceversa se si tratta di muffe di colore verde chiaro, o scuro sono muffe “cattive”  ecco cosa fare. Se la muffa si è formata solamente sulla crosta del formaggio a pasta dura allora possiamo eliminare la crosta e consumarlo. Se ha compromesso tutto il formaggio allora si può buttare.

Ma qual è il modo migliore per conservare il formaggio?
Se si tratta di formaggi freschi vanno collocati nella parte più fredda del frigorifero, quindi il ripiano più basso, quello esattamente sopra il contenitore di frutta e verdura.  Basta avvolgerli in della carta forno, non troppo stretta per permettere loro di respirare ed è consigliabile  non metteterli mai nella pellicola trasparente, perché soffoca completamente l’alimento.


Foto: pixabay/PDPhotos

I formaggi stagionali invece vanno posizionati nella parte più alta del frigorifero, ovvero quella meno fredda e vanno avvolti in un panno di cotone inumidito. Ricordate non congelate mai i formaggi e non mettetene vicini tra loro tipi diversi, perché si rovinerebbero, compromettendo sia l’odore che il gusto.

LEGGI ANCHE: Come faccio a capire se le mandorle sono scadute? La risposta