Morso di ragno violino: Cosa fare se accade

Il Loxosceles rufescens è molto noto come ragno violino, una creatura di piccolissime dimensioni ma che sa sprigionare un veleno dei più forti in tutto il mondo. Le sue sono origini mediterranee, ha sei occhi che sono raggruppati in tre coppie. Il ragno femmina ha il corpo lungo fino a 13 mm, il maschio appare più piccolo, ma è anche vero che consta di zampe molto più lunghe.

Ma passiamo al particolare più interessante: perché si chiama proprio ragno violino? Sicuramente per via della sua forma che interessa in primo piano il suo addome. In linea di massima, non abbiamo a che fare con un animale molto aggressivo, anzi tende ad essere spaventato quasi sempre e se disturbato finisce per cercare di rifugiarsi in angoli e anfratti della casa. Ma quando si sente minacciato arriva a mordere la sua vittima.

Foto: wikipedia/Luis Fernández García

Sappiamo che di solito si nasconde nelle abitazioni, specie in inverno dato che non sopporta le rigide temperature invernale. In estate è più possibile trovarlo all’aperto. I sintomi del suo morso lesione arrossata con prurito, bruciore e formicolii, compaiono dopo circa 2, 3 giorni e possono formare anche piccole ulcere sulla pelle. Bisogna agire tempestivamente e di solito si guarisce dopo alcune settimane, lasciando solo una piccola cicatrice. Altro pericolo riguarda la formazione di una necrosi sulla pelle. Il ragno violino veicola oltre al veleno anche batteri anaerobi che può portare alla liquefazione dei tessuti.

Non bisogna allarmarsi mai più del dovuto in caso di morso del ragno violino, ma non dobbiamo nemmeno sottovalutare la cosa. Per prima cosa laviamo la parte interessata con acqua e sapone, se notiamo il ragno cerchiamo di fargli almeno una foto per far capire al medico l’animale con cui siamo entrati in contatto.

E se si sta male, contattare al numero 0266101029 il Centro Antiveleni. Attenzione se compare una lesione arrossata nella parte centrale che tende a scurirsi col passare delle ore. Per saperne di più puoi consultare l’opuscolo del Centro Antiveleni

LEGGI ANCHE: Morso di vipera: Cosa fare se accade