Hai usato le forcine per capelli sempre nel modo sbagliato. Ecco come vanno messe.

Chi ha mai avuto a che fare nella vita con delle forcine sa quanto possono essere fastidiose se non usate correttamente. Spesso prima ancora di aver terminato l’acconciatura queste scivolano, non riescono propio a restare fissate tra i capelli.

In realtà una spiegazione c’è, è ​​possibile che tu abbia usato le forcine dal lato sbagliato fino ad ora. Dalla loro diffusione, nell’era post-prima guerra mondiale le forcine hanno destato dubbi e perplessità nelle donne di tutto il mondo. Ai tempi delle nostre nonne le forcine erano molto costose ma oggi sono alla portata di tutti.

Dunque quale lato delle forcine avete fino ad ora rivolto verso il basso? Come sapete le forcine hanno un lato dritto e un lato ondulato, e la prima cosa che probabilmente hai fatto di sbagliato è mettere il lato dritto verso il basso. Sicuramente hai utilizzato sempre la forcina al contrario. Infatti è il lato ondulato, quello progettato per essere rivolto verso il cuoio capelluto per creare più presa, assicurando la fermezza del l’acconciatura e non quello liscio.

Per usare al meglio le forcine bisogna afferrare la sezione di capello che si desidera acconciare, posizionando la molletta in modo che il lato ondulato sia rivolto verso il cuoio capelluto. L’effetto di vedere il lato dritto della molletta rivolta verso l’esterno potrebbe essere inizialmente antiestetico, specialmente su capelli ondulati o ricci, ma può anche essere un vantaggio per creare forme pulite e grafiche.

Infine, bisogna assicurarsi che l’estremità di apertura della forcina sia rivolta verso il basso. Questo assicurerà che la gravità mantenga ferma l’acconciatura piuttosto che aiutare le tue forcine a fuggire.
Se i vostri capelli sono estremamente lisci e respingono tutte le forcine indipendentemente dal modo in cui si posizionano, provate prima ad applicare dello shampoo secco o una lacca prima di posizionarli.

LEGGI ANCHE: Capelli grassi? Ecco come evitare il grasso nel cuoio capelluto. 8 trucchi utili!