Congeli il pane? Ecco il trucco per conservarlo in maniera adeguata.

Capita spesso che del pane avanzi o di comprarne in più appositamente per averne una scorta in casa. In quel caso siamo soliti congelarlo per non farlo indurire. Se congelare il pane avanzato è una tua abitudine, potrebbe interessarti quello che stiamo per dirti.

Il pane è forse l’alimento più consumato nel nostro Paese, esiste una vera e proprio cultura oltre che culto del pane. Si tratta di un alimento quotidiano, che si trova nelle tavole di quasi tutte le famiglie italiane, oltre ad essere molto buono è tra gli elementi ad avere un forte significato simbolico.

Tendiamo a evitare di buttare il pane proprio per questo, ma sappiamo anche che la sua fragranza e la sua freschezza durano solo poco tempo dopo essere stato appena sfornato e che la sua consistenza perde molto man mano che passano le ore. Tuttavia esiste un modo per conservare il pane e averlo sempre come appena sfornato.

Per prima cosa, il modo migliore per conservare il pane e mantenerlo fragrante è tagliarlo a fette, ma è importante che sia fatto entro 24 ore dal momento in cui viene sfornato, quando ancora è fresco.
Dunque fatelo non appena lo acquistate in panificio o lo rimuovete dalla confezione o se fatto in casa dopo poco tempo dalla cottura.

Per far durare il pane potete dunque congelarlo, per farlo bene occorre scegliere un recipiente in cui le fette o i panini possano stare separati. Quando le fette sono posizionate mettete il recipiente nel freezer e lasciatelo lì finché le fette non sono congelate.

A quel punto per una conservazione ideale, salva spazio e salva freschezza è possibile spostare il pane dal recipiente a dei sacchetti di plastica da congelatore, questi ultimi devono essere ben sigillati senza lasciar entrare aria al loro interno. Ora potrete conservare il vostro pane per quanto volete e una volta scongelato vi sembrerà di mangiare pane appena sfornato.

LEGGI ANCHE: Sapete perchè i nostri nonni allargavano i denti della forchetta? Ecco la spiegazione.