Come pulire correttamente la toilette

Il bagno è una delle zone più difficili da pulire, lo usiamo ogni momento della giornata ed è qui che si concentrano la maggior parte dei batteri e dei microbi specialmente nella toilette. Ma qual è il modo migliore per pulirlo senza lasciare traccia di sporco ovunque? Oggi vogliamo illustrarvi una serie di consigli che risulteranno molto utili per voi.

Quante volte pulire il bagno
Dipende dalla frequenza di utilizzo di questa, e dal numero di persone che vivono la casa. I bagni che vedono l’uso costante di 4 o più persone, almeno una volta al giorno. 2, 3 persone per casa, allora potremo pulire il bagno anche 3 volte a settimana. Se abbiamo bambini, allora la frequenza di pulizia dovrà essere più alta.

Avere buone abitudini igieniche in bagno
Non tutti i batteri causano infezioni in bagno. È importante sciacquare molto spesso la toilette, durante il lavaggio, il flusso d’acqua provoca una turbolenza che getta nell’aria batteri e coliformi. Lavatevi le mani dopo averlo usato. I batteri potenzialmente sono ovunque.

Pulire fuori dal gabinetto
Pulire l’interno è una operazione naturale, ma il grosso dello sporco spesso risiede nelle vie esterne. Che non viene pulito ovviamente dallo sciacquone. Prestagli più attenzione.

Pulire la toilette
Pulisci il coperchio, e ricorda di indossare sempre i guanti. Usa uno spray specifico. Usa spazzola e carta assorbente. Gli asciugamani di carta sono i migliori, sono usa e getta. Se scegli i panni, allora usa una pentola per immergerlo nella candeggina in modo da depurarlo. Usa il disinfettante in ogni zona del wc, lato esterno ed interno. Per una pulizia più profonda puoi usare uno spazzolino per raggiungere le aree più difficili.

Importante: per asciugare lo scopino, riponilo fra tazza e piatto. Per le pulizie giornaliere ti consigliamo i detergenti nella versione senza cloro.

Leggi anche: 4 modi segreti per usare il bicarbonato di sodio nella tua routine di bellezza