4 consigli casalinghi per rimuovere le macchie di tè dalle tazze

Tutti gli amanti del tè si saranno sicuramente ritrovati di fronte ad un piccolo fastidio, dato che è una fase comune, del bere questa bevanda, che vede il rimanere sulla tazza o sul boccale, le fastidiose macchie prodotte dalla teina.

A volte anche i lavaggi in lavastoviglie non riescono a smacchiare correttamente questi residui di colore, ma fortunatamente oggi veniamo in vostro soccorso, proponendovi 4 rimedi della nonna per eliminare facilmente questo fastidioso problema.


credit: pixabay/congerdesign

1. Strofinate la tazza con il limone
Il primo metodo che vi proponiamo è quello più semplice da attuare e richiede semplicemente l’utilizzo di un limone. Grazie all’acido citrico contenuto al suo interno, il frutto riesce ad essere un ottimo detergente e disinfettante naturale, oltre che molto economico. Per ridare brillantezza alle vostre tazze da tè dovrete semplicemente tagliarlo a metà e strofinare delicatamente una delle due parti all’interno della tazza. Dopo aver risciacquato vedrete che le macchie di tè saranno magicamente scomparse.

2. Usate la candeggina
La candeggina non è utile solamente per eliminare i batteri nella vasca da bagno o nella toilette, infatti data la sua natura sbiancante, può fungere per molte altre azioni, come ad esempio rimuovere le tracce di tè rimaste nelle vostre tazze. Versate dell’acqua tiepida sul fondo della tazza e aggiungete qualche goccia di candeggina. Lasciate agire per qualche minuto e risciacquate con acqua corrente per assistere alla sparizione del problema.

3. Usare una pietra d’argilla
Le pietre d’argilla sono un rimedio comune ed efficace per la pulizia della casa, allo stesso modo del bicarbonato di sodio. Questa risulta un ottimo rimedio sgrassante e anticalcare e riesce a fare dei veri miracoli per le macchie di tè. Imbevete una spugnetta nella pietra d’argilla e passatele sulle macchie, risciacquando il tutto come fase conclusiva della pulizia.

4. Un bel bagno nell’aceto bianco
L’ultimo trucco per rimuovere le tracce fastidiose del tè è quello di sfruttare il classico aceto bianco. Avrete bisogno di mettere dell’aceto in una ciotola e scaldarlo qualche secondo a microonde, oppure portarlo a bollore in un pentolino, decalcificandolo completamente. Versale l’aceto sulle macchie e lasciatele riposare per 30 minuti. In seguito, utilizzando una spugnetta strofinate il tutto e risciacquate sotto acqua abbondante. Dopo che le tazze si saranno asciugate vedrete totalmente scomparse tutte le macchie che rovinavano l’aspetto delle vostre belle tazze da tè.

LEGGI ANCHE: I rimedi della nonna per pulire mocio, stracci e scope: cosa fare