Uova fritte, ecco l’errore più grande che si commette ogni volta che si prepara questo piatto.

L’uovo fritto è da tutti visto come una delle pietanze più semplici da preparare, ma in realtà questa affermazione non è completamente veritiera, in quanto riuscire a cuocerlo nella maniera perfetta, non è poi così semplice. La maggior parte di noi infatti, durante la preparazione di questa ricetta, commette alcuni errori che faranno si che il risultato finale non sia quello perfetto.

La prima cosa di cui si deve tener conto nel momento in cui si va a preparare l’uovo fritto, è certamente la temperatura dell’olio. Nel momento in cui le uova sono state appena uscite dal frigorifero, è consigliabile non versarle direttamente nella padella con l’olio caldo; quest’ultimo infatti potrebbe iniziare e sfrigolare e schizzare per tutta la cucina, colpendoci e causando ustioni. Un piccolo trucco da utilizzare per evitare che questo accada è aggiungere una piccola quantità di farina.


Foto: pixabay/Alexas_Fotos

Solitamente le uova vanno conservate all’interno del frigorifero, senza però conservarle nei portauova presenti nell’elettrodomestico. Le uova sono molto sensibili agli sbalzi di temperatura ed è quindi preferibile mantenerle ad una temperatura ambiente fino al momento dell’arrivo in casa e solo a quel punto conservarle in frigorifero, in modo che durino più a lungo.

Una cosa da fare sempre prima di cucinare le uova, è lavarle sotto l’acqua corrente, in modo tale da rimuovere tutto lo sporco che può essersi incrostato sul guscio. Inoltre per assorbire maggiormente le proteine all’interno dell’albume, è preferibile che questo sia ben cotto; in questo modo sarà inoltre più semplice da digrire. Per quanto riguarda il tuorlo invece, le sostanze nutritive presenti in esso, vengono assorbite a prescindere dalla cottura di quest’ultimo.


Foto: pixabay/SHGxMaster

Spesso capita che, dopo la cottura si crei una sfumatura verdastra tra l’albume ed il tuorlo. Questo non vuol dire che il nostro uovo sia diventato da buttare, ma che semplicemente è stato cotto troppo e si è creata così una reazione chimica tra il ferro presente nel tuorlo e le proteine che si trovano all’interno dell’albume.

LEGGI ANCHE: 5 trucchi per riuscire ad eliminare l’odore delle uova da piatti e utensili