Uomo spruzza benzina sui ladri che volevano derubarlo


In certe situazioni della vita, la paura ci spinge a compiere le azioni più curiose o impensabili. Ciò che è accaduto all’uomo del video che stiamo per proporvi, è finito al meglio grazie alla sua reazione istintiva. La vicenda ha avuto luogo a Santiago del Cile, ed il filmato che vogliamo mostrarvi, proviene direttamente dalle telecamere di sorveglianza di un distributore di carburante.

Alejandro, è un uomo cileno di 65 anni, che in piena sera sta facendo come suo solito, il pieno di benzina alla sua autovettura. Mentre è intento a fare rifornimento, un furgone di colore bianco, corre all’impazzata e frena a fianco della sua auto. Dal veicolo scendono tre ragazzi dal volto coperto, sicuramente con intenzioni non pacifiche. Avendo realizzato in un solo istante ciò che stava per accadere, Alejandro, impaurito, reagisce di impulso.


credit: Twitter/Amigos Penquistas

Ancor prima che i malviventi possano agire, li spruzza con la benzina a getto che usciva dal tubo del distributore. In rapida successione inzuppa di carburante tutti e tre gli aspiranti ladruncoli, e li mette così in fuga. Infatti, colti impreparati dalla reazione dell’uomo, i tre salgono velocemente sul furgone e scappano via. C’è da dire come, in realtà, il suo gesto lo ha protetto dall’assalto dei rapinatori, ma è una fortuna che non sia finita in maniera drammatica per tutti.

Quelle quantità enormi di benzina, avrebbero potuto innescare un incendio e delle esplosioni, alla sola presenza di una scintilla. Se solo uno dei rapinatori avesse avuto una sigaretta accesa, staremmo parlando di una tragedia. Per fortuna tutto è finito nel migliore dei modi, ed il signor Alejandro è perfino riuscito a sventare il furto. Alle televisioni locali, l’uomo ha riferito: “Volevo difendermi con il tubo, e colpirli con la parte metallica non appena si fossero avvicinati.


credit: Twitter/Amigos Penquistas

Non pensavo minimamente che quando ho tirato fuori il tubo, stavo per spruzzare con un tremendo getto di 2 metri di distanza”. Il sottoprefetto, Jorge Guillón, che ha partecipato all’indagine sul caso, ha voluto puntualizzare come la reazione di Alejandro non fosse stata delle più responsabili. Tuttavia sa bene che in attimi di paura si agisce di impulso, senza pensare troppo alle conseguenze.

Felice del fatto che tutto sia finito al meglio, ha voluto, però, ricordare alle persone di non imitarlo. Non potendo sapere fino a che punto possano spingersi i malviventi, è bene assecondarli per non incappare in guai peggiori. Questo è ciò che il sottoprefetto ha tenuto a puntualizzare, in merito alla vicenda.