Una donna ha salvato un orso abbandonato da cucciolo e ora sono migliori amici. Vanno anche a pesca insieme


Una donna di nome Veronika Dichka è riuscita a conquistare una vasta popolarità su Instagram, con le sue foto in compagnia di un essere molto speciale. Questa ragazza ha un particolare animale domestico, che la accompagna ovunque vada… un orso.

Generalmente quando pensiamo ad un animale da compagnia le nostre menti si rivolgono immediatamente ad un cane o un gatto… in certe situazioni spaziano tra rettili e volatili. Ci sono persone che hanno la possibilità di avere al proprio fianco animali più particolari, come cavalli e cammelli… tuttavia è davvero raro trovare qualcuno che come cucciolo abbia un orso.

Veronika è una bellissima donna di Novosibirsk, un’area a nord della Siberia. Il suo orso domestico si chiama Archie e insieme sono sempre pronti per vivere qualunque avventura. La storia di Archie è davvero molto particolare.

Questo orsetto, da cucciolo, viveva in uno zoo locale, che tuttavia ha dovuto liberarsi di lui quando ha dichiarato bancarotta. Veronika è venuta a conoscenza di questa situazione è a cercato di adottare l’animale.

Una volta riuscita nel suo intento, tra i due si è creato un legame unico. Lei stessa rivela che Archie la vede come la sua famiglia. Condividono insieme i momenti del pasto, dorme accucciato tra le sue braccia e quando ha paura è proprio nella sua “mamma” che trova un conforto.

L’immagine di un orso di tale mole che, intimorito, si rifugia tra le braccia di una ragazza è davvero esilarante. Questo animale è innamorato dell’acqua e quindi lo portano spesso su dei battelli o a fare passeggiate in riva ai laghi.

Le foto che la ragazza pubblica sui social hanno mostrato la loro storia ed hanno attirato tantissima attenzione sia su Archie che su Veronika. Se quindi vi dovesse capitare di passare dalle parti di Novosibirsk, e vedete magari una ragazza su una barca con un orso, non allarmatevi, dato che si tratta solamente di una ragazza e del suo tenero animale da compagnia.