Un ragazzo di 12 anni con una “fobia alimentare” è sopravvissuto un decennio mangiando pane bianco e yogurt


Ashton Fisher è un ragazzino britannico di 12 anni di età, che ha trascorso quasi tutta la sua vita, mangiando semplicemente pane bianco e yogurt alla fragola e alla banana. Per molti genitori, le manie di questo ragazzino sarebbero da identificare in un modo viziato di nutrirsi, ma in realtà Ashton soffre di “fobia alimentare”.

Questo disturbo può essere diagnosticato anche in individui giovanissimi e causa la restrizione dall’assunzione di cibo. I suoi genitori hanno rivelato di aver da sempre avuto grandi problemi per nutrirlo. Ogni pasto si trasformava in una valanga di lacrime, giungendo persino ad attacchi di panico davvero elevati, se gli veniva proposto del cibo diverso, da quello che mangiava abitualmente.


credit: pixabay/FAKTOR_1

La madre e il padre erano incredibilmente preoccupati per lui. In principio ritenevano che fosse solamente una fase, e che con il passare del tempo, avrebbe finalmente scoperto i piaceri alimentari di tanti altri cibi. Purtroppo, invece, nonostante il passare degli anni, Ashton continuava a nutrirsi solamente con pane bianco e yogurt (che dovevano essere sempre della stessa marca commerciale) e il suo corpo ne risentiva moltissimo.

I loro tentativi di spronarlo con altri cibi si sono rivelati assolutamente infruttuosi e le crisi del bambino li hanno portati a doversi rivolgere ad uno specialista. Inoltre Ashton non poteva nemmeno trovarsi nella stessa stanza in cui venivano serviti cibi in abbondanza, dato che gli odori lo facevano stare male. Per tale motivo, il ragazzino era sempre escluso dagli eventi con altri bambini della sua età, come le feste di compleanno.

Quando tuttavia, ha cominciato ad andare a scuola, ha avvertito che c’era decisamente qualcosa di strano in questa sua paura per il cibo. La sua mente lo costringeva ad allontanarsi dagli amici e non poter assaporare momenti che, invece, avrebbero dovuto segnare positivamente la sua infanzia. È stato proprio grazie a questo cambiamento nel modo di pensare, che Ashton è riuscito a cominciare a combattere i suoi demoni e a provare ad affrontare la vita, da un diverso punto di vista.

Grazie all’aiuto di alcuni medici, di dietologi e di molte sessioni psicologiche, questo ragazzo è riuscito ad affrontare la paura del cibo e scoprire finalmente che nel mondo esiste qualcosa di meglio di pane bianco e yogurt. Adesso finalmente è sempre presente alle uscite “alimentari” con i suoi amici e la sua vita ha assunto un aspetto totalmente diverso. Certe volte, l’unico modo per superare certi problemi, non è confidando nell’aiuto degli altri, ma convincendo se stessi.