Un giovane negli USA ha quasi perso un gluteo dopo aver contratto un’infezione per aver indossato pantaloncini di jeans


Alcune settimane fa una ragazza statunitense ha pubblicato sul proprio profilo TikTok un filmato in cui racconta un’esperienza bizzarra che ha vissuto in passato. Il suo nome è Sam (diminutivo di Samantha), ha 25 anni e ha svelato un evento singolare che le è accaduto circa 3 anni fa. La data risale al primo appuntamento con un ragazzo che aveva conosciuto da poco, una giornata che le poteva essere fatale.

Per l’occasione, la ragazza aveva scelto di indossare degli shorts a jeans, che oltre ad essere cortissimi erano anche molto attillati. Durante le 8 ore in giro, Sam aveva sentito qualche fastidio al suo fondoschiena provocato dall’abbigliamento succinto, ma aveva preferito ignorarlo. Quando la sera è tornata a casa non gli ha dato molta importanza, e senza pensarci più di tanto è andata tranquillamente a dormire.

credit: Tiktok/imtoooldtobeonthis

L’indomani, al risveglio, ha iniziato ad avere sia fastidio che dolore nel punto in cui i pantaloncini le avevano provocato irritazione. Quella stessa notte ha notato una grossa protuberanza sul suo sedere, proprio nella zona del fastidio. Con il passare del tempo la ragazza ha iniziato a sentire un dolore sempre più forte e lancinante, localizzato esclusivamente in quel punto.

Così, il giorno seguente Sam si è recata dal proprio medico per sottoporsi ad un controllo. Ma dopo averla visitata il dottore ha capito che la situazione era più grave del previsto e l’ha quindi reindirizzata verso il pronto soccorso cittadino. Una volta giunta sul posto la ragazza era già in shock settico, tremava, aveva difficoltà a respirare, a camminare, e dolori in tutto il corpo.

credit: @VeraNovember via Twenty20

E’ stata trasferita immediatamente in terapia intensiva, dove è rimasta per 4 giorni, mentre i medici si chiedevano se asportare la zona di pelle infetta. Per sua fortuna, in terapia intensiva Sam è riuscita a riprendersi, evitando così l’intervento di chirurgia. Dopo essere stata monitorata per alcuni giorni, i dottori l’hanno dimessa con una prognosi di 30 giorni di assoluto riposo.

Stando a quanto racconta la giovane, le era stata diagnosticata una sepsi ed una forma di cellulite. Dopo i 30 giorni spesi in casa, il disturbo si è ripresentato in forma più lieve, ed è stato trattato con soli antibiotici. Alla fine tutto si è concluso al meglio, anche se Sam ha davvero rischiato la propria vita per dei semplici pantaloncini a jeans. Al momento di rendere pubblica la sua vicenda personale, la giovane non pensava di poter riscuotere tanto interesse. In pochissimi giorni il suo video ha raggiunto quasi 8 milioni di visualizzazioni e migliaia di commenti. Questo responso da parte degli utenti è stato visto dalla ragazza sia come un evento positivo che negativo.

Come lei stessa ha raccontato, si è rasserenata quando ha letto i commenti di altre persone che avevano vissuto esperienze simili. Era anche abbastanza lieta di aver fatto luce su un fenomeno che molti utenti non credevano potesse mai accadere. Tuttavia, il fatto che una sua vicenda talmente personale fosse sulla bocca di 8 milioni di sconosciuti, l’ha spinta a tornare sui propri passi. Ha cambiato così le impostazioni del suo profilo, rendendolo privato.

credit: Tiktok/imtoooldtobeonthis

Per far maggiore chiarezza intorno alla vicenda è intervenuta la dottoressa Carmen Fong. La dottoressa Fong svolge la professione di chirurgo colorettale in un ospedale della città di New York. Ha rivelato come episodi del genere capitino più spesso di quanto si creda, e nella maggior parte dei casi si tratta di ascessi anorettali. Nonostante ci siano circa 100.000 casi all’anno di pazienti con ascessi anorettali, molte persone li scambiano inizialmente per emorroidi.

Basandosi sui dati a sua disposizione ottenuti attraverso il racconto della giovane, la dottoressa Fong ha ipotizzato una possibile diagnosi. Secondo lei la ragazza ha sofferto di un ascesso anorettale causato da una fistole anale o da una ragade anale, entrambe molto comuni. Ha spiegato che un ascesso avviene quando dei batteri entrano all’interno di un taglio, anche minuscolo, sulla pelle.

credit: Tiktok/imtoooldtobeonthis

Nel caso di Sam, i pantaloncini attillati della ragazza molto probabilmente le avevano provocato un piccolo taglio. Per di più l’ambiente buio ed umido aveva contribuito a formare l’habitat ideale per i batteri. Quando un ascesso anorettale non viene curato in tempo, può portare a serie complicazioni.

La dottoressa ha spiegato che, invece, i casi di sepsi e di cellulite sono più diffusi tra gli individui immunocompromessi o con diabete. Infine, ci ha tenuto a ricordare come non bisogna mai trascurare la propria salute per seguire canoni di moda e bellezza. Anche Sam ha confessato di prestare molta più attenzione al suo abbigliamento. Dopotutto non indossa più dei modelli di pantaloncini così attillati, preferendo invece quelli più morbidi in stoffa.