Suggerimenti per pulire e conservare le candele

Tra gli oggetti di arredo, o soprammobili, tra i più amati e desiderati sicuramente troviamo le candele. Questi oggetti infatti riescono a donare, alla sola vista, un grande senso di relax, oltre ad essere dei perfetti oggetti di decorazione.

Si trovano in commercio di ogni tipo di forma, decorate e non, in ogni genere di profumazione; purtroppo però la loro consistenza è in grado di attirare un’enorme quantità di polvere su di esse e pulirle senza rovinarle a volte può risultare complicato.


credit: pixabay/FelixMittermeier

Un altro problema che causa il loro deterioramento, strano ma vero, è il loro inutilizzo. Proprio per questo motivo oggi abbiamo deciso di svelare alcuni semplici trucchi che ci daranno la possibilità di pulire le nostre candele e mantenerle il più a lungo possibile, anche senza utilizzarle.

1. Inumidire un panno con l’olio di oliva
Un trucco abbastanza efficace è quello di prendere un panno in cotone, inumidirlo con dell’olio di oliva e passarlo su tutta la superficie della candela, fino a rimuovere la totalità delle macchie presenti. Asciugare con un panno asciutto, preferibilmente in cotone, in modo che non lasci residui.

2. Utilizzare l’alcool
Un’altra tecnica facile e veloce è quella di munirsi di un batuffolo di cotone e bagnarlo con dell’alcool denaturato. Una volta passato su tutta la candela, lasciare che asciughi totalmente prima di utilizzarla. Se vogliamo donarle maggiore profumazione, basterà aggiungere all’alcool qualche goccia di olio essenziale della nostra fragranza preferita.

3. Acqua fredda e sapone
Prendere una bacinella e versare al suo interno acqua fredda e sapone neutro; a questo punto immergervi la candela da pulire. Fare attenzione che l’acqua sia ben fredda, altrimenti la nostra candela si rovinerebbe. Lavare e risciacquare, concludendo l’operazione asciugando con un panno pulito in cotone.


credit: pixabay/acolonia

4. Durata
Per fare in modo che le nostre candele durino più a lungo e che si conservino al meglio, anche dopo il loro utilizzo, basterà inserirle all’interno del freezer per un paio di ore prima di utilizzarle nuovamente. In questo modo, grazie alla bassa temperatura, si andrà a consumare in maniera molto più lenta ed inoltre, grazie al freddo, la cera gocciolerà di meno. Un altro metodo può essere quello immergere le nostre candele in un contenitore con acqua e sale per un paio di ore circa; in questo modo la cera risulterà più resistente e la candela si deformerà di meno.