Simona Ventura fa una sorpresa emozionante alla figlia Caterina.

Simona Ventura è certamente una delle donne dello spettacolo italiano più amate e seguite in assoluto. Super Simo è sempre molto attiva sui social network, dove può vantare un seguito di migliaia di fans e followers che la seguono e la supportano e con i quali Simona Ventura condivide sempre momenti della sua vita lavorativa ma anche privata.

Ed infatti proprio nelle ultime ore, Simona Ventura ha voluto condividere con tutti i suoi fan un momento familiare molto personale. Pare infatti che l’ex presentatrice di Quelli che il Calcio abbia fatto una sorpresa molto speciale alla figlia Caterina, organizzandole una reunion con la tata che l’aveva accudita per i primi sei anni di vita.


Foto: Instagram/Simona Ventura

Il tutto è stato immortalato e poi postato sul profilo Instagram di Simona Ventura. Caterina in realtà non è la figlia biologica di Simona Ventura.
La quattordicenne è infatti figlia di una parente della presentatrice che per diverse difficoltà non poteva occuparsene. Simona scelse quindi di prendere la piccola Caterina in affido per due anni, poi rinnovati per altri due anni.

Infine la Ventura chiese ed ottenne prima un affido senza termine e poi una vera e propria adozione diventando legalmente la madre adottiva della piccola Caterina. Del percorso di affido, Simona Ventura ha parlato a lungo in una passata intervista: “Caterina ha due mamme – aveva dichiarato Simona Ventura – Ci sono io e c’è la sua mamma biologica, una mia parente che non ha potuto tenerla con sé. È complicato, ma possibile. E molto bello. Voglio dire a chi vuole un figlio che c’è una strada, tortuosa e magnifica, diversa dall’adozione. L’affido.’’

La foto con la figlia adottiva e la tata, postata sul profilo Instagram di Simona Ventura, ha raggiunto in brevissimo tempo un enorme numero di like e commenti, a riprova dell’approvazione e dell’affetto dei fans che sempre accompagnano i post di Super Simo.

LEGGI ANCHE: Caterina, la figlia in affido di Simona Ventura è cresciuta. Ecco come la ritroviamo oggi