Si chiama Khaby Lame e con i suoi 26 milioni di followers è il Tiktoker italiano più seguito al mondo


Vi siete mai chiesti chi è il tiktoker italiano più famoso al mondo? Ha solo 21 anni è nato in Senegal ma vive a Chivasso ed il suo nome è Khaby Lame. Questo ragazzo è riuscito, in tempi brevissimi a raggiungere un quantitativo di follower veramente impressionante, superando persino Gianluca Vacchi.

Con oltre 26 milioni di utenti al suo seguito, che sono in continuo aumento ogni giorno, Khaby è riuscito, in appena un anno a raggiungere delle cifre veramente da record, nel mondo dei social network. Questo ragazzo vive a Chivasso, in provincia di Torino e con le sue incredibili clip, che prendono in giro alcune delle invenzioni più assurde ed inutili della storia dell’umanità, è riuscito a conquistare il cuore di milioni di persone.

È incredibile che in appena un anno sia riuscito a raggiungere livelli di visibilità così impressionanti. I suoi video su Tik tok sono divertenti e prendono in giro in maniera bonaria altri influencer che tentano di spacciare le loro particolari invenzioni per buone sui social.

Khaby cerca di spiegare l’inutilità di certi video mostrando la semplicità delle cose, con delle semplicissime reazioni, riesce a manifestare un incredibile ilarità, nello spettatore. Il suo stile è veramente semplice, ma geniale. Con un’espressione di assoluta indifferenza riesce a creare la pura comicità dell’assurdo, che piace tantissimo alle ultime generazioni.

Le sue clip sono davvero semplici e prive di dialoghi e ciò le rende comprensibili a tutti, il ragazzo dunque pone l’attenzione unicamente sulle immagini che scorrono sullo schermo. Ormai le sue piccole gag sono viste in tutto il mondo e sicuramente la fama di questo giovane è destinata ad aumentare enormemente.

A volte non serve creare delle situazioni paradossali, pericolose o estreme, per riuscire ad attirare l’attenzione delle persone. Khabi è il perfetto esempio di come, un video di pochi secondi, girato in casa, senza nulla di estroso, riesce a cogliere lo spirito dell’arte satirica.

La sua idea è nata per noia come ha ricordato in un’intervista “A marzo dell’anno scorso ho aperto il profilo perché non sapevo cosa fare chiuso a casa durante il lockdown. Il resto è storia”. Siamo certi che continuerà a far parlare di sé e presto vedremo tante sue nuove (e semplici) clip, che sicuramente divertiranno ancora i suoi numerosi followers.