Sbaglia pedale e fa schiantare una Porsche Taycan in un concessionario: ma in realtà è una trovata di uno youtuber per fare views


Un famoso Youtuber russo di nome Mikhail Litvin, si è “lanciato” letteralmente, con un nuovo video virale, che ha conquistato le attenzioni di milioni di persone. In passato questo sedicente personaggio aveva già dato prova di situazioni al limite della legalità, bruciando la sua Mercedes-AMG GT 63 S e condividendo il video sul web.

In quella situazione, la motivazione data dal ragazzo era che il veicolo continuava a dargli problemi e lui ha visto solamente nella sua distruzione una possibile soluzione. Questa volte, la sua clip mostra un particolare ritiro effettuato da un concessionario, della sua nuova Porsche Taycan Turbo S, costata “solamente” 175 mila euro.


credit: Youtube/ЛИТВИН

Ovviamente il video è un’intera messa in scena, con tanto di attori che impersonano vari personaggi come Stalin, Lenin e Putin. Dopo essere entrato nella concessionaria, il giovane si avvicina all’auto, entra nell’abitacolo e dopo aver allacciato la cintura si schianta contro le vetrate del locale.

Nel video il giovane indica che si è trattato di una confusione fatta tra i pedali del freno e dell’acceleratore, ma è palese che la situazione sia solamente una sorta di “inganno di marketing” per attirare le attenzioni. Ed effettivamente sembra che stia proprio funzionando, considerando che molti milioni di persone hanno osservato questa assurda performance.


credit: Youtube/ЛИТВИН

Ovviamente il tutto è legato ai pagamenti degli annunci pubblicitari che YouTube fornisce, in base al numero di iscritti al canale, alle ore di registrazione e soprattutto alle visualizzazioni delle persone. Secondo Business Insider, lo YouTuber può guadagnare fino a 40 mila dollari per ogni milione di visualizzazioni ricevute, il che spiegherebbe i motivi dei suoi gesti insensati, considerando che, nel tempo praticamente i suoi “danni” si trasformano in “introiti”.

Purtroppo sembra che molte persone sappiano come approfittare di questi stratagemmi, creando delle situazioni che invogliano le persone ad osservare dei video particolari, senza immaginare le messe in scena che si celano dietro.