Sapete quanto costa il Borsone che Chiara Ferragni ha usato per la roba della piccola Vittoria?


La bellissima Influencer Chiara Ferragni è di nuovo sotto la luce dei riflettori. Infatti da qualche giorno è nata la piccola Vittoria, l’ultima arrivata in casa Ferragnez. Ovviamente la bambina come tutta la famiglia è già una piccola star social. Le foto di Vittoria hanno fatto il giro tra i fan della coppia.

Ovviamente i profili social di Chiara e Fedez sono stati riempiti di auguri e like. Come sempre non potevano mancare anche le critiche pure se in un momento cosi bello, a far discutere è stato più che altro il “corredo” griffato.

La moglie di Fedez ha condiviso questi nove mesi insieme ai suoi fans, riportando ogni novità che riguardasse la gravidanza. A differenza della gravidanza di Leo, in cui la Ferragni è stata costretta a partorire in anticipo per diversi problemi durante il parto, in questa seconda gravidanza Chiara si è detta più tranquilla poiché tutto è andato nel migliori dei modi.

In ospedale Chiara è dunque arrivata con tutto l’occorrente per la piccola Vittoria e anche la preparazione del borsone da portare in ospedale è stato condiviso con i fan. Ovviamente al suo interno ha riposto tutti gli oggetti che usa quotidianamente, ma l’attenzione degli utenti si è focalizzata proprio sul borsone di Chiara.

L’influencer per recarsi in ospedale infatti ha deciso di portare una borsa molto chic e di alta moda. Il borsone in questione è firmato Luis Vuitton dal colore insolito. La Ferragni infatti ha scelto un borsone di un edizione limitata firmata Virgil Abloh, decorato però con dei portachiavi della collezione di Chiara Ferragni.

La particolarità del borsone oltre al prezzo infatti pare costi circa 6000 euro, è anche il colore molto vistoso, addirittura le borse di questa collezione al buio diventerebbero fluorescenti. Insomma la Ferragni si è recata in ospedale ma non per questo ha dimentica di essere elegante e al passo con la moda. E a quanto pare gli outfit utilizzati in ospedale da lei e dalla piccola Vittoria non sono stati da meno.