Sapete cosa succede a chi beve del latte scaduto?

Bere latte scaduto dovrebbe essere evitato ma ci sono alcuni consigli che possono risultare utili se volessimo riutilizzarlo.

Il latte è un alimento molto presente nella nostra cultura, ma spesso finisce per scadere prima del previsto. In questo caso, abbiamo diversi modi per agire. Il latte fresco scaduto, se è stato ben conservato, può essere consumato fino a qualche giorno dopo. Infatti, la catena del freddo nella quale viene prodotto è molto attenta, secondo le norme vigenti, e ci consente di poterlo bere anche un po’ oltre la data di scadenza.

Un discorso differente merita il latte a lunga conservazione. Se sono passati un paio di giorni può essere usato ma è opportuno farlo bollire. Diciamo che un segnale della sua bontà è l’odore. Se è acido è bene cestinarlo. Quando lo versiamo nel bicchiere, il liquido dovrà apparire uniforme, senza sfumature differenti. La bollitura è il siero perfetto, ottimo da usare.

Per evitare sprechi occorre sapere che il grasso del latte è buono per idratare la pelle. E può essere usato insieme al miele per un rilassante bagno nella vasca di casa.

Se invece hai voglia di dedicarti ai tuoi capelli, mescola tre cucchiai di panna liquida con mezzo litro di latte e applica tutto sui capelli per un’ora. I tuoi capelli assumeranno consistenza e lucentezza diversa. Stessa cosa sul viso: 4 cucchiai di latte e 10 gocce di aloe riducono molto i segni del tempo.

E poi… c’è il latte fritto: burro, 4 tazzine di latte, farina, zucchero. Mescola il tutto e ottieni un impasto. Metti tutto in un pentolino a fiamma media e quando si rapprende tutto, lascia che si raffreddi per poi tagliarlo e infarinarlo al meglio e friggerlo. Con lo zucchero a velo rappresenta una buona merenda pomeridiana.

Diciamo che quando il latte va bollito possiamo usarlo quasi senza problema. Quindi sbizzarritevi anche con delle omelette per dolci, per esempio. Se invece vuoi cimentarti nella preparazione della ricotta, usa un litro di latte scaduto da circa 4 giorni e prima della bollitura metti 6 cucchiai di aceto bianco. Mescola, lascia riposare, filtra. Ecco la ricotta che fa per te.

Naturalmente il latte non deve essere scaduto da tanti giorni, massimo dopo 3 o 4 giorni puo’ essere riutilizzato. Comunque cercate sempre di consumarlo prima della scadenza per avere la certezza. E sopratutto ricordate sempre di non spezzare mai la catena del freddo. ad esempio lasciando il latte fuori dal frigo per mezz’ora per poi riporlo di nuovo nel frigo. Riponetelo in frigo subito, se vi serve un bicchiere, versatevi il latte che vi serve e conservatelo subito.