Sapete chi presta la voce in Italia a “Muzo” Muzaffer Zebercet Kaya in Daydreamer? Merito del suo successo è in parte anche del doppiatore


Sono moltissimi i personaggi che accompagnano le vicende del famoso serial televisivo Daydremer – le ali del sogno.
Molti riescono a conquistare i nostri cuori, mentre altri le nostre antipatie, ma tutti riescono in maniera davvero magistrale a trasmettere molte emozioni.

Tra i tanti personaggi che abbiamo potuto conoscere, grazie alla famosissima serie televisiva turca, possiamo trovare Muzaffer Zebercet Kaya. Il personaggio interpretato da Cihan Ercan e doppiato dalla voce italiana di David Vivanti è un tipo davvero eccentrico, innamorato della protagonista da tutta la vita e sempre pronto ad esprimere in maniera molto emotiva e strana i suoi sentimenti.

Foto: Instagram/Erkenci Kuş

Nella soap è molto presente il suo legame con la madre, con cui però si trova puntualmente in disaccordo. La voce dell’attore è di un vero professionista del settore. Stiamo parlando di David Vivanti. Nato a Roma il 2 maggio del 1974, David ha frequentato molte scuole di teatro e collaborato con diversi laboratori teatrali, come il “mAMGAlAB” DIRETTO DA Teo Bellia e Gennaro Monti.

La sua vita è sempre stata dedicata alla recitazione e al doppiaggio. Tra le sue interpretazioni possiamo ricordare nel 2016 “L’uomo, la bestia e la virtù” di Pirandello, sotto la regia di Patrick Rossi e ha anche partecipato al film “Un matrimonio” di Pupi Avati.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da David Vivanti (@davidvivanti)

La sua carriera come doppiatore vanta moltissime partecipazioni, in film come Pirati dei Caraibi – la vendetta di Salazar, Wonder Woman 1984, La Grande Scommessa e tantissimi altri. Possiamo trovare dei suoi lavori anche nel mondo dell’animazione, tra cui il recente cartone animato “La famiglia Addams” o “Cars 3” della Disney.

Nella vita ha anche fatto il conduttore radiofonico e lavorato per Radio Zero Sei come co-conduttore del programma “Sunday Morning Show” e per Radio Manà Manà in “Bellamente di domenica”.