Sapete che lo smartphone puo’ diventare una spia? Ecco cosa sono gli stalkerware

Ormai anche in Italia sta prendendo piede lo stalkerware, definizione che indica programmi spesso usati per sorvegliare partner o ex e che consentono un monitoraggio incredibile, permettendo leggere i messaggi, di sapere chi ha chiamato la persona spiata, di ascoltare le chiamate, e via dicendo.

Una forma di spionaggio che elimina la privacy di una persona, sempre più comune, stando all’ultimo report di Kaspersky. Secondo lo studio del gigante russo della sicurezza informatica, nel 2019, ben 37mila utenti sono stati vittima di queste operazioni e più di 1000 solo in italia, un numero che è cresciuto del 93% nel nostro Paese, che appare come il sesto nella classifica delle nazioni maggiormente colpite dal fenomeno.

Questo perché i programmi preposti a questo scopo ormai sono tanti e facilmente rintracciabili da tutti, alcuni si trovano anche negli store digitali e vengono pubblicizzati per tenere sotto controllo i propri figli.

Possiamo considerarli una vera e propria nuova frontiera dell’hi-tech, ma in realtà, la verità è molto inquietante, perché, come racconta Simona (nome di fantasia per tutelare la vittima), ci si sente violati, ed è tutto così strano, perché non ci si accorge di niente. Gli abbonamenti a questo tipo di programmi oscillano da poche decine a qualche centinaio di euro e riescono a rilevare, per esempio, anche la posizione del nostro smartphone, tutta la messaggistica, gli audio del cellulare, e via dicendo.

Eva Galperin, hacker a capo della sicurezza informatica dell’Electronic Frontier Foundation, parla di un passo in avanti per la tutela degli utenti, attraverso l’introduzione di uno strumento di tutela, un antivirus che se rivela uno di questi software, fa scattare un chiaro messaggio di allerta.

In ogni caso, si consiglia di stare in guardia, eliminando le app inutili e non scaricando nulla a cuor leggero, inoltre non bisogna mai condividere la password del proprio smartphone con qualcuno e se si pensa di esser vittima di stalking, contattare un’organizzazione competente che può sicuramente darci un aiuto concreto.

E voi ne avevate mai sentito?