Sapete a cosa serve questo aggeggio? Usatissimo nel passato, ormai è stato quasi dimenticato!

A volte entriamo in contatto con oggetti di un altro tempo che non sappiamo che funzione abbiano. Oggi ve ne presentiamo uno che a guardarlo bene sembra quasi uno strumento di tortura, ma quello che è certo è che beh, non si tratta di un attrezzo da tortura, bensì di qualcos’altro.

Si tratta di un temperino che serve ad affilare le matite, come gli utensili di cui disponiamo oggi e che sono piccoli e maneggevoli. Gli studenti di epoche lontane lo hanno ribattezzato il temperino dell’orrore, date le sue dimensioni e il suo aspetto che solo a guardarlo incuteva un certo terrore.

Gli studenti per usarlo, dovevano spostarsi verso la cattedra dove era posizionato. Se si voleva fare la punta, bisognava andare molto lenti, altrimenti ci si sarebbe causati un livido o un dolore al braccio e alle articolazioni.

La manovella era molto dura da usare e poteva fare molto male, la matita era un aggeggio quasi di lusso, diremmo oggi, e di certo l’attrezzo in esame non era fra i più economici. Per fortuna col tempo hanno creato, per la gioia di tanti studenti e disegnatori, i temperamatite che conosciamo oggi che sono di facile accesso e utilizzo e cosa ancora più importante, molto economici.

Sicuramente i più giovani fra voi non hanno mai visto uno strumento del genere, che solo a guardarlo potrebbe sembrare una macchina da presa. In realtà, siamo alle prese con qualcosa di molto grande e costoso. Un pezzo di antiquariato che oggi i collezionisti sono disposti a pagare diverse centinaia di euro, naturalmente dipende dallo stato dell’oggetto.

Ovviamente i fortunati detentori di tale strumento non se ne libereranno mai con facilità, anzi, lo tengono per ricordo di un tempo passato. Se lo avete in casa e non vi interessa, beh, sappiate che potrete tirar su una bella somma.

LEGGI ANCHE: Sapete a cosa serve questo piccolo quadratino di cuoio sullo zaino? Non è un ornamento ma ha un uso particolare.