Sanificazione per la riapertura di negozi e uffici nella Fase 2? Come funziona


Ecco cosa si dovrà fare prima di poter tornare a lavoro: la sanificazione degli ambienti per la ripartenza è uno dei punti più importanti per la ripartenza dell’economia italiana.

Ma cosa bisogna fare? Il sito Fanpage.it ha seguito per un giorno gli esperti di una ditta bolognese (Mesuraca srl di Zola Predosa) durante l’intervento in uno stabilimento specializzato nella produzione di articoli in materiali plastici.

Questa azienda è ritenuta tra quelle essenziali fin dal primo Dpcm firmato dal premier, quindi ha iniziato già a provvedere nel mese di marzo a questi trattamenti. La ditta effettua trattamenti con prodotti testati e registrati a base di cloro una volta al mese.

I giornalisti hanno anche incontrato anche i dipendenti della ditta Picardi srl, che è una ditta di modena che invece usa l’ozono. Loro invece fanno il trattamento allo stabilimento una volta a settimana. Il titolare della società ha spiegato: “Con questa saturazione andiamo ad ammazzare virus, spore, batteri e muffe. Il gas copre il volume e va nelle fessurazioni dove il liquido non può arrivare”.

Per quanto riguarda il trattamento mensile, gli addetti vengono divisi in tre squadre: chi sanifica gli esterni, chi gli uffici e chi la parte di produzione. Per ogni area ci sono dei macchinari differenti da usare come spiega il titolare Antonio Mesoraca: “C’è una macchina a vapore che la temperatura dell’acqua a 175 gradi, nebulizzando l’aria dove va ad operare mentre per le parti interne abbiamo macchine airless, a batteria e carrello, per girare liberamente evitando il peso della tanica sull’operatore. Per gli esterni usiamo invece un camion che sparge liquido nebulizzato”.

Naturalmente durante questi lavori i dipendenti sono tutti dotati di mascherine, guanti, visiere e tute.I prezzi per la sanificazione vanno dai 250 ai 2000 euro. Per i trattamenti con ozono invece dai 100 ai 200 euro all’ora. Naturalmente per fare un conto bisogna sempre prendere in considerazione la dimensione del luogo e cosa si va a sanificare, dato che vengono usate come già spiegato in precedenza diversi tipi di macchine.

Oltre alla necessità di dover sanificare i luoghi di lavoro prima della riapertura, si dovrà intervenire anche con frequenza settimanale o mensile. Ogni imprenditore o datore di lavoro si organizza come ritiene più opportuno.