Ricordate “Spillo” di “Io speriamo che me la cavo”? Dopo 27 anni dal film ecco com’è oggi e che fine ha fatto


Adriano Pantaleo è nato a Napoli, il 1983, è un noto attore italiano, che ha cominciato molto presto la sua florida e ottima carriera, famoso in particolare per il ruolo di Spillo nella miniserie Amico mio andata in onda per gli anni ’90 e ormai cult di tutto il cinema italiano.

La storia è molto particolare: stando a quanto dice in una recente intervista, Adriano si trova a recitare in Io speriamo che me la cavo nel 1992 grazie alla madre che risponde a un annuncio dello staff di Lina Wertmuller che cercava bambini per il film che vedeva protagonista il professore interpretato da Paolo Villaggio.

Un provino come un altro, dice, che però alla fine si trova ad essere decisivo per la carriera sua tutta.

Si laurea alla Sapienza di Roma in Arti e scienze dello spettacolo e si orienta nella sua formazione per il teatro di strada presso l’associazione Ipoocampo teatro e culture della creatività specializzandosi con grandi artisti esperti del settore del calibro di Skorik e Milenin, Di Cori, Nicolini, Dante e molti altri.

Attualmente è uno dei fondatori della compagnia Nest Napoli est Teatro, che ha co-prodotto insieme al Teatro Stabile e dal 2013 cura la direzione artistica del Nest Napoli est Teatro.

Tutti ricorderanno il suo esordio al cinema, nel 92, con “ci Hai rotto papà” diretto da Castellano e Pipolo che lo hanno pescato proprio dal cast di “Io speriamo che me la cavo”.

Adriano ha collaborato a numerose serie come Casa famiglia, Il bello delle donne, Distretto di polizia e via dicendo ma attualmente la sua vita professionale si concentra sul teatro: è nota la sua partecipazione in Gomorra, Santos, La città perfetta e Il sindaco di Rione Sanità di De Filippo. Attualmente si concentra su questo settore artistico raccogliendo numerosi successi.

E voi ricordavate Spillo vero? Cosa ne pensate di questo cambiamento?