Ricordate PSY il cantante di Gangnam Style? Ecco che fine ha fatto dopo 7 anni dal successo planetario.

Il suo “Gangnam style” è stato un successo mondiale. Sicuramente anche voi ricorderete il cantante, rapper e ballerino coreano Psy che nel 2012 con la sua particolare canzone e la sua coreografia kitch ha fatto ballare un po’ tutti.

Siamo sicuri che almeno una volta avete provato a fare la sua mossa di danza in stile “cavallerizzo” anche voi.

Ma chi è Psy e che fine ha fatto?

Il suo vero nome è Park Jae-sang, è nato il 31 dicembre 1977 a Seoul, nel quartiere, il cui nome ha decretato il suo successo, cioè Gangnam.

Mentre il padre avrebbe preferito che indirizzasse i suoi interessi in campo economico, lui si è dedicato alla sua passione. Nel 2001 pubblica il suo primo album, che nella sua patria viene considerato volgare e viene vietato ai minori di 19 anni.

Continua a fare musica, ma il successo arriva solo nel 2012 quando la sua hit pop dance «Gangnam style» diventa un successo planetario.

E’ l’artista coreano ad avere più successo al mondo. Il suo video entra nel Guinness dei primati raggiungendo visualizzazioni da capogiro. Il video su Youtube ha raggiunto fino ad oggi più di 3 miliardi e 380 milioni di visualizzazioni

Nonostante il grande successo ha cercato di mantenere molto riservata la sua vita privata. Si sa che è sposato con la ragazza che ha conosciuto ai tempi del college dal 2006 e insieme hanno due gemelle.

Il successo avuto con Gangnas Style è stato sicuramente inimagginabile per PSY, e quando la sua fama è andata scemando ha avuto qualche problemino. Qualche tempo fa ha confessato di aver avuto una certa ansia nel cercare di replicare una simile hit.

Nonostante non ha replicato un tale successo e nel nostro paese sembra ormai essere scomparso è ancora molto famoso in Corea e in altre parte dell’Asia, dove continua a fare concerti e ad essere acclamato dal pubblico.

L’artista inoltre ogni anno nella sua città Seoul organizza un grande festival musicale chiamato “All Night Stand”, mentre all’inizio di questo anno ha anche realizzato un nuovo progetto, dando vita alla casa discografica «P Nation»