Ricordate Michela Miti, la supplente di Pierino? Ecco com’è e cosa fa oggi, pochi giorni fa è riapparsa in Tv

In molti ricordano Michela Miti, nome d’arte per Michela Macaluso, attrice romana che negli anni 80 ha infiammato il pubblico italiano grazie al personaggio della supplente in alcuni film di Pierino, interpretato dal Alvaro Vitali.

L’ascesa nel mondo dello spettacolo della bella ragazza inizia per casa, nel 1978, quando vince, solo 15enne, Miss Riccione. E così fioccano le proposte lavorative, tra cui anche la tv per ragazzi.

Michela diviene in poco tempo una delle attrici italiane più amate, un vero e proprio mito, tutti ricordano le sue movenze, le sue parole che hanno segnato una generazione e che vanno a racchiudersi in quel popolarissimo ambito che ha attraversato gli anni 80/90 italiani, intitolato commedia all’italiana.

Michela diventa un mito, e ben presto il suo volto e il suo fisico diventano sinonimo di bellezza. Tra i film che l’hanno resa una star ricordiamo Pierino colpisce ancora, dopo appunto affianca Alvaro Vitali nei panni di una bella supplente, ma possiamo citare anche Vieni avanti cretino e W la Foca.

L’attrice romana continua a posare su diverse riviste, imponendosi come una vera e propria icona di bellezza. Però ogni ciclo ha un termine e anche la commedia all’italiana vede la sua fase di declino.

Pur dedicandosi ad altri tipi di cinema non riesce a ritrovare quella popolarità che l’ha resa celebre negli anni precedenti e le sue apparizioni sullo schermo si fanno più rare.

A fine secolo, nel 1999, la Miti torna sul set per recitare in Gialloparma, film tratto dal romanzo di Alberto Bevilacqua, compagno dell’attrice, un ritorno che però non riscuote il successo atteso, perché l’attrice non ottiene ruoli di rilievo in tv come al cinema.

In una recente partecipazione a Pomeriggio 5 da Barbara d’Urso, la Miti ha raccontato la sua situazione di vita, narrando che vive con la madre e che dopo la morte del compagno ha sofferto tanto e ha necessitato di molto tempo per riprendersi e superare, giustamente, un dolore così grande.

Oggi la bella Michela si dedica a tempo pieno alla scrittura e alla poesia, segno della grande influenza che il compagno ha avuto su di lei. Nel 2001 ha pubblicato la bellissima raccolta Alchimia celeste e nel 2011 L’innocenza perduta, libri che hanno ricevuto un buon apprezzamento dalla critica e successo di pubblico.

Si è anche data al canto, lanciando nel 2005 il disco The world of coffee bar, album che mette alle prova le sue qualità canore e dimostra la sua versatilità.