Ricordate Andrea Balestri, il ‘Pinocchio’ di Comencini? Ecco che fine ha fatto oggi, dopo ben 47 anni dal film

La storia di Pinocchio, scritta da Carlo Collodi e pubblicata nel 1883, è famosa in tutto il mondo.

Le avventure del famoso burattino di legno animato, hanno scaldato i cuori di bambini ed adulti e sono tanti i film e i cartoni che si sono ispirati al famoso libro di Collodi, indimenticabile resta, infatti, la versione Disney.

Ma tra le migliori trasposizione del libro resta certamente lo sceneggiato di Luigi Comencini, trasmesso in Rai nel 72 e che ha visto un grande successo di pubblico che gli ha garantito, negli anni, un numero sempre crescente di repliche.

Il regista lombardo stese la sceneggiatura insieme a Suso Cecchi D’amico e si avvalse di attori eccezionali come Nino Manfredi, Gina Lollobrigida, Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Andrea Balestri, recuperando un’atmosfera dolce, poetica e malinconica uscendo da quel mondo fiabesco che aveva caratterizzato fino a poco tempo prima tutte le reinterpretazioni di Pinocchio.

Andrea Balestri fu scelto da Comencini proprio per interpretare la parte di Pinocchio, il vispo e vivace bambino fu molto apprezzato da critica e pubblico, ma oggi cosa farà? Scopriamolo insieme. Dopo il grande successo riscosso, Andrea ha continuato a lavorare nel mondo del cinema, partecipando a film come Torino nera, con Bud Spencer, Kid monello del West, premiato anche al Giffoni film festival per la migliore sceneggiatura, Furia nera.

In seguito, comincia a dedicarsi a tutt’altro, infatti fa l’operatore edile senza mai perdere di vista il mondo del cinema, e così, Balestri, partecipa anche a molte trasmissioni in cui parla a cuore aperto di quegli anni fantastici, del suo Pinocchio, inoltre gira due corti e partecipa con un cameo a Faccia di Picasso, film di Massimo Ceccherini.

Non solo cinema e tv per il nostro Andrea, anche letteratura, infatti, nel 2008 sbarca in libreria con Io, il Pinocchio di Comencini, libro in cui racconta dettagliatamente il suo lavoro sul set, soffermandosi su alcuni protagonisti dello sceneggiato e sui rapporti che aveva con il resto del cast, oltre che sulle location e via dicendo. L’attore toscano viene invitato di continuo a manifestazioni per parlare di quell’indimenticabile esperienza e nel 2010, ha ricevuto il Nino d’oro, premio dedicato alla memoria di Nino Manfredi.

Con gli anni, Andrea ha anche partecipato ad alcuni spettacoli in teatro con una compagnia teatrale di non professionisti, con cui ha portato in scena, nel 2011, la commedia Mia moglie è una santa di Angelucci.

Nel 2015, il documentario Protagonisti per sempre di Verdesca riceve il premio come miglior documentario al Giffoni film festival, in questa produzione compare proprio Andrea.

Sempre nello stesso anni debutta anche con lo spettacolo Pinocchio racconta Pinocchio, in cui narra a teatro tutto quello che si vuol sapere su aneddoti, dettagli e curiosità di quel periodo in cui ha lavorato con Comencini. Nel 2016 produce una miniserie divertente, In cucina con Pinocchio, che va in onda su Granducato TV.

E voi ricordavate Andrea Balestri?