Ragazzino autistico rompe il record costruendo la più grande replia del Titanic con 56,000 Lego

Tutti amano i Lego, è il giocattolo più intelligente che ci possa essere e stimola, al punto giusto, il genio e la creatività dei bambini. Ma quando si parla di questo gioco, forse nessuno sa eccellere meglio di Karl Brynjar come, islandese, che già a tre anni cominciò a sviluppare la sua grande passione.

Karl, fin da piccolo, è stato un bambino speciale, la sua confusione aumentava sempre più, così come il suo stato d’animo sembra essere sempre più solo e infelice. Uno specialista che l’ha visitato, dopo averlo visto più volte, gli ha diagnosticato l’autismo.


credit: TEDx Talks/YouTube

I genitori di Karl, così, hanno studiato insieme agli insegnanti un modo per far sì che Karl potesse sviluppare il suo ingegno e mettersi sempre alla prova con le immagini invece che con le parole.
Karl è diventato un esperto in diverse aree, e ha dimostrato un talento incredibile con i Lego. Le navi sono il suo pezzo forte, e nel corso del tempo si è specializzato ancora di più. All’età di dieci anni, è diventato un esperto del Titanic. Ovviamente tutti sanno cos’è, ma il ragazzo sa tutto riguardo a un tema del genere.

Karl ha cominciato ad approfondire nel dettaglio la nave, insieme al nonno, con cui hanno ideato una strategia efficace per rifinire al meglio la costruzione. In tutto aveva bisogno di 56mila pezzi e nel corso del tempo, grazie anche ad un crowdfounding, ha potuto acquistare tutti mattoncini di cui aveva bisogno.

Per costruire il tutto ha impiegato ben 700 ore. A 11 anni ha portato a termine il Titanic di Lego più grande di sempre, un’opera enorme che lo ha tanto gratificato e gli ha fatto capire che nella vita deve sempre credere in sé stesso.