Quando fai la doccia usi questa spugna? Allora dovresti proprio leggere questo.

Molte persone sono state attratte dall’acquisto di una spugna a rete da usare sotto la doccia, dato che sono facili da usare, puliscono a fondo, sono belle esteticamente, e soprattutto sono molto economiche.

Sono molti gli utenti che le usano al posto delle normali spugne, per insaponarsi sotto la doccia, in effetti, hanno avuto soprattutto negli ultimi anni, un’enorme crescita nelle vendite.

Esse lasciano la pelle molto liscia e morbida e ci aiutano con il detergente che utilizziamo mentre ci laviamo, ma forse non tutti sanno che ci sono molte cellule morte che restan intrappolate nei loro reticoli e possono essere fonte di infezione della pelle tanto che i dermatologi ne sconsigliano un uso prolungato e forse sarebbe meglio passare ad un altro prodotto o lavarsi a mano.

Le spugne a rete, infatti, possono raccogliere germi e batteri, come accade con la tastiere da pc, che finiscono per entrare in contatto con il nostro corpo e il nostro organismo specie se usate dopo una epilazione profonda, con tutti i tagli e le ferite microscopiche che questa comporta.

La doccia è un ambiente molto umido e caldo e il rischio che vi siano delle muffe nascosto è molto concreto. Questa pericolosità è stata analizzata da uno studio che compare nel “Journal of clinical microbiology”, da cui è emerso che esse sono in grado di ospitare diverse varietà di batteri che sono capaci di moltiplicarsi anche in una sola notte.

I più esperti consigliano quindi di non usarle, ma se proprio non riusciamo più a farne a meno, possiamo lavarlo in modo accurato dopo l’utilizzo, anche in lavastoviglie e lasciarle asciugare all’aria aperta. Ovviamente è bene non dividerle con i propri familiari: come lo spazzolino da denti, esse sono un elemento molto personale.

LEGGI ANCHE: Senza doccia per due giorni? Ecco cosa succede al tuo corpo

Total
1
Shares
Related Posts