Qualche anticipazione sulle nuove emoji 2021-2022: tra le nuove faccine spunta pure l’uomo incinto


Non tutti sono a conoscenza del fatto che il 17 Luglio è stato rinominato come World Emoji Day. Non è una festa ufficiale, ma nel corso degli anni queste simpatiche faccine sono diventate un vero e proprio must e questa data viene utilizzata soprattutto per annunciare prodotti e nuove emoji in uscita.

Anche quest’anno è stato così e proprio durante la giornata mondiale, sono state svelate alcune delle faccine candidate ad entrare a far parte della famiglia delle emoji. Sono davvero svariate e di vario genere le nuove creazioni che a settembre potrebbero sbarcare sui nostri dispositivi e molte stanno attirando l’attenzione già da ora per la loro particolarità.

Le proposte sottoposte all’Unicode Consortium

Dalle classiche faccine tonde e gialle, potremmo trovare quella che si scioglie, o che si copre il volto o anche quella con le lacrime agli occhi per l’emozione. Ovviamente tutte queste emoji non sono ufficiali ma si tratta semplicemente di proposte che a breve saranno studiate all’ Unicode Consortium, ovvero l’ente che si occupa di selezionare le emoji che andranno pubblicate online e fatte utilizzare al mondo intero.

Oltre alle tradizionali faccine gialle possiamo trovare, nella proposta fatta, anche diversi tipi di mani di tutti i colori e che fanno gesti diversi; dalla stretta di mano, al cuore creato con le dita, al dito puntato per indicare. Troviamo anche la persona incoronata e l’uomo incinto, create appositamente per la questione di inclusività di genere di cui in questi mesi si sta discutendo in modo importante.

Tra le altre immagini che potrebbero entrare a far parte della famiglia delle emoji abbiamo l’orco, le labbra che si mordono, il nido di uccello, lo scivolo, le bolle di sapone, i raggi X e molto altro ancora. Ancora non c’è nulla di certo su quali saranno le faccine che verranno scelte dal Consortium e tutto quello che dobbiamo fare sarà attendere fino a settembre per scoprire la decisione presa e entro l’inizio del nuovo anno per utilizzarle.