Qual è la temperatura ideale per il congelatore?

Vi è mai capitato di aprire il vostro congelatore e di trovare alcuni cibi che avevate conservato al suo interno, rovinati, perché magari “bruciati” dal freddo, o che hanno ottenuto un colorito davvero poco appetibile?

Queste situazioni sono abbastanza comuni e solitamente le cause sono da ritrovare in un modo errato di conservazione del cibo o di aver messo al suo interno troppe cose. Questi sprechi possono causare notevoli sciupi e se volete evitare di gettare via il vostro cibo, dovreste seguire i nostri consigli. Esistono alcune regole da seguire, per evitare che possano verificarsi dei problemi legati al freezer e sono i seguenti:


credit: pixabay/juliopablo

1. Una temperatura ottimale
Il primo passo da tenere sotto controllo è che la temperatura del freezer deve essere sempre impostata almeno a -18 gradi. a queste temperature il cibo si conserva perfettamente e ci sono bassissimi rischi di proliferazione batterica.

2. Controllare le date
Il cibo congelato non rimane fresco in eterno, pertanto dovrete tenere sotto controllo sia la data in cui inserite congelate il vostro cibo, sia di che tipo di alimento si tratti. In questo modo potrete pianificare meglio i vostri pasti e gli eventuali scongeli. Inoltre ricordate che anche se la scadenza viene molto prolungata, congelando il cibo, è sempre opportuno consumare prima i cibi messi all’interno in precedenza.

3. Come conservare il cibo
Gli alimenti non devono essere congelati semplicemente inserendoli all’interno, ma devono essere chiusi ermeticamente all’interno di confezioni apposite. Se utilizzate delle buste di plastica, ricordatevi di lasciare al loro interno meno aria possibile. Un piccolo consiglio è quello di utilizzare dei contenitori quadrati, che possano essere impilati più facilmente. Inoltre quando riempite un contenitore, non fatelo mai fino all’orlo, per lasciare dello spazio al cibo, che si gonfierà congelandosi.

4. Non tutto può andare in freezer
A differenza di quanto si possa pensare, non tutti gli alimenti possono essere congelati. Alcuni cibi, come il pesce grasso, tipo le acciughe o le sarde, dovrebbero evitare di essere congelati, a causa del fatto che possono ossidarsi facilmente. Anche lattuga, patate yogurt e uova, dovrebbero restare sempre al di fuori del freezer. Allo stesso modo esistono degli alimenti che possiamo congelare, anche se solitamente non lo facciamo, per prolungare la loro durata, come ad esempio cipolla, farina e aglio.


credit: pixabay/kropekk_pl

5. Ricordate di considerare le porzioni
Quando dovete congelare del cibo, ricordate che è sempre opportuno considerare quante porzioni useremo dopo lo scongelamento. Quindi ricordate sempre di creare delle porzioni adatte ai futuri usi.

6. Come si deve scongelare?
Scongelare togliendo direttamente dal freezer l’alimento è sconsigliato, a causa dell’eccessivo sbalzo termico. L’ideale è metterlo direttamente in frigorifero nella parte meno fredda (quindi la parte più alta), ricordandovi di metterli sopra un piattino per evitare che sciogliendosi si possano inzuppare o usare direttamente la funzione scongelante di un microonde.