Pescatore trova un anello attaccato alla coda di un pesce e scopre la strana storia che c’è dietro al ritrovamento.


Durante una competizione tra appassionati di pesca sul Lake Michigan (Chicago, Stati Uniti), uno dei concorrenti del torneo, Jim Nelligan, ha trovato quello che ha definito un “dannato” anello nuziale, legato alla coda di un pesce che aveva pescato.

Un misterioso ritrovamente che però è stato prontamente risolto, dopo aver trovato il leggittimo proprietario.

Apparteneva al Capitano Jason Rose, che raccontò al Chicago Sun Times di essere stato sposato per dieci anni ma che dopo il divorzio avvenuto 4 anni fa, aveva voluto sbarazzarsi di quell’anello.

Per il dispiacere decise così di liberarsi del simbolo del suo amore in modo definitivo e soprattutto secondo lui, molto poetico.

Sono state queste le sue parole: ”Sono un pescatore. Mia moglie era sempre contro di me perchè inseguivo i miei sogni e di conseguenza odiava tutto quello che potevo pescare “, ha raccontato ancora al Chicago Sun Times.

Così dopo il divorzio, Jason ha preso l’anello d’argento che riportava la scritta “SDH Steel”, arricchito da un piccolo diamante, lo ha legato alla coda di un pesce che ha liberato nel lago Michigan, era il 4 maggio.

“Ormai sono trascorsi quattro anni dal nostro divorzio. Avvertivo la necessità di liberarmi per sempre di quell’anello che mi faceva ancora sentire mia moglie accanto, ma non volevo semplicemente gettarlo in fondo al lago. Così l’ho abbandonato nella migliore maniera che conosco.”

Il proprietario della barca che ha pescato il pesce con l’anello ha raccontato: “Sono convinto che sia maledetto. La mia vita è stata turbata da quando l’ho pescato !!! “, ha detto il capitano.

Poi ha concluso la sua storia con questa frase: “Quell’anello è maledetto. Da quando l’ho trovato, ho avuto problemi con i comandi del motore, con l’interruttore per sollevare il fondo del timone e con un tubo… “, ha commentato Nelligan. ”Lo voglio restituire per posta al suo proprietario, senza indirizzo di ritorno”, ha concluso scherzando.

Davvero una storia insolita, certo è che poteva evitare di condannare quel pesce a portare quel peso, per ben 4 anni. Voi cosa ne pensate? Lasciateci il vostro parere.