Paziente dell’ottava stagione di Vite al limite, ha rischiato la vita. Le sue condizioni dopo l’intervento del dottor Nowzaradan

Le storie che ci racconta il programma “Vite al limite”, dove il dottor Nowzaradan riesce a curare al meglio i pazienti affetti da problemi di grave obesità, sono veramente incredibili.

Oggi parliamo di Coliesa McMillan che, anche se non avesse perso abbastanza peso per essere sottoposta all’intervento, ha eseguito l’operazione per un problema intestinale.

Foto: Tlc

Quando poi ha cominciato a partecipare al programma di Vite al limite è riuscita a perdere fino a 68 kg. La figlia Hannah ha sofferto molto per la condizione della madre, ma stando a quanto si apprende oggi si sta riprendendo e lei è molto più rilassata di prima.

Non sa, la figlia, quando la madre uscirà dall’ospedale dato che i miglioramenti sono ancora lunghi a venire nel tempo ed è stata in terapia per molto tempo.

Una storia molto importante e commovente, la figlia Hannah tiene tutti aggiornati i suoi fan sulle condizioni della genitrice. La donna è anche stata a contatto con dei supporti vitali, macchine mediche di prima necessità, per garantirle una maggiore respirazione e per far sì che le sue condizioni vitali migliorassero di giorno in giorno.

Alla fine ha anche lanciato un appello ai fan perché pregassero tutti i giorni per la salute di Coliesa. Ci sono percorsi che, soprattutto in tale tipo di problematica, non sono certo semplici e per questo è bene che ognuno di noi capisca la gravità di alcune cose.

È molto importante saper tenere una buona alimentazione a tavola, e fuori, e nel caso di problemi a gestirci, è fondamentale chiedere aiuto a medici e professionisti del settore. A volte non ci si rende conto di quanto importante possa essere il nostro stile di vita, sia per noi sia per gli altri.

Potrebbe interessarti anche: Pesava 315 chili quando è arrivata a Vite al limite, grazie al Dottor Now ha dimezzato il suo peso. Eccola oggi