Patty Pravo, Com’era da giovane? Ecco il Prima e Dopo: la trasformazione della cantate

Patty rappresenta un mito della canzone italiana. È stata icona non solo per la sua arte, ma anche per la sua bellezza che ha fatto impazzire tutti.

Il suo vero nome è Nicoletta Strambelli ed è nata a Venezia nel 1948. Da sempre sfoggia una splendida forma che l’ha resa riconoscibile e nel corso del tempo molti sono i fotografi che si sono succeduti per fotografarla.

Negli anni 70, il suo look e la sua tempra hanno fatto impazzire i paparazzi. Ma anche le sue relazioni erano molto seguite, si è sposata, solo allora, ben 4 volte, poi ebbe varie relazioni, la più famosa è quella con Riccardo Fogli che per lei ha lasciato i Pooh.

Insomma, Patty era una vera e propria femme fatale. Nel 1966, col suo debutto al Piper di Roma, iniziò l’ascesa di un astro della musica italiana, che nel corso del tempo, ha sfoggiato una serie di successi nazionali e internazionali, come La bambola, Non andare via, Pazza idea.

Visualizza questo post su Instagram

Buon compleanno al PIPER !!!

Un post condiviso da Patty Pravo (@patty_pravo_official) in data:

Nel 1978 è tornato il suo periodo ribelle, e dopo Natale, presentò, durante un programma di Baudo, un altro suo capolavoro infinito, Pensiero stupendo.

Visualizza questo post su Instagram

Photo by @claudioporcarelli

Un post condiviso da Patty Pravo (@patty_pravo_official) in data:

I suoi travestimenti hanno fatto la storia della musica e della tv italiana. Nel 1984 si presentò a Sanremo da geisha con abiti realizzati per lei dallo stilista Gianni Versace. Era l’anno che decise di ritornare in Italia in grande stile, dopo un periodo in America, per via di alcune polemiche che aveva con la stampa del bel Paese.

Ma non finisce qua, perché, negli anni 90 ha fatto impazzire il pubblico cinese con il primo show in diretta via satellite a Pechino: fu seguita da un miliardo e 300 milioni di persone, un record assoluto per un artista in quel Paese.

Dopo gli anni 2000 sono seguite le polemiche, soprattutto via social, per il suo presunto ricorso alla chirurgia estetica, ma poco conta. Il mito è e rimarrà inscalfibile.