Papà non mostra paura nel lasciare il pitone di 4 metri insieme alla figlia

A volte sul web possiamo trovare delle fotografie che vedono per protagonisti animali che in apparenza possono sembrare pericolosi, ma che si dimostrano dolcissimi in compagnia dei bambini. In molte foto vediamo protagonisti cani e gatti, che mostrano degli atteggiamenti davvero teneri con bambini anche neonati.

Sul web, quando vengono visualizzate queste immagini, tantissime persone rimangono colpite dalla dolcezza che suscitano, ma questo non è avvenuto con un animale particolare. Oggi vogliamo raccontarvi di una vicenda in cui il protagonista è un animale molto particolare. Un pitone birmano di 4 metri. Il proprietario di questo grande animale è Jamie Guarino, un uomo di 34 anni che vive nel White Lake in Michigan.


credit: Youtube/truly

Quest’uomo ha cresciuto questo serpente sia da quando non era più grande di un elastico. Questo serpentone è diventato l’animale di casa e si mostra davvero tenero nei suoi atteggiamenti con i vari membri della famiglia. Tuttavia uno video fatto dall’uomo, mentre il serpente striscia intorno alla loro figlia, ha letteralmente scatenato una marea di polemiche sul web. Guarino è un addestratore di serpenti professionista e sa benissimo come comportarsi con questi animali.

L’uomo ha rivelato di non riuscire a spiegarsi le reazioni che le persone hanno avuto nell’osservare la clip da lui condivisa. Secondo Guarino le persone reagiscono con paura e negatività a qualcosa che non riescono a comprendere. Purtroppo è proprio il non conoscere la realtà delle cose a generare il panico e spesso questo succede per una sorta di “lavaggio del cervello”.


credit: Youtube/truly

Guarino lancia un messaggio al mondo intero dicendo, prima di convincervi che un animale sia pericoloso, bisogna conoscerlo e comprenderne le reazioni. Lui considera i serpenti come animali che possono anche essere molto amorevoli e tutto dipende dal modo con cui vengono cresciuti. La bambina protagonista del video, di nome Alyssa, secondo il padre non è mai stata in pericolo, dato che per quel serpente è un membro stesso della sua vita e anzi il serpente si è sempre mostrato affettuoso con lei.

Purtroppo nel corso della storia, sono avvenuti dei casi totalmente opposti, in cui dei serpenti domestici hanno finito per causare drammi nella vita della loro famiglia adottiva. In ogni caso Guarino continua ad insistere, valutando che secondo le statistiche, i cani, che sono considerati i migliori amici dell’uomo, attaccano l’uomo, il 95% di casi in più rispetto ai serpenti.