Ora legale 2021, nella notte tra il 27 marzo e il 28 marzo non dimenticate di spostare le lancette

2 min


Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 marzo scatterà l’ora legale, anche quest’anno dunque dobbiamo spostare le lancette dell’orologio avanti di 1 ora, in modo tale da riuscire ad ottenere maggiori ore di luce durante il periodo estivo.

Ormai la pratica di spostare le lancette in avanti di un’ora per sfruttare al meglio le ore di luce così da ottenere un maggior risparmio energetico, è in vigore in Italia dal 1966. Infatti durante i mesi in cui si vive con l’ora legale si riesce ad ottenere un importante e positivo impatto ambientale, in quanto si ha un minor consumo di energia e dunque anche le bollette saranno meno salate.

Da qualche anno si parla, nonostante i benefici dati dall’ora legale, di abolire il cambio dell’ora. Questa discussione è arrivata nel 2018 dalla Commissione del Parlamento europeo.
Quest’anno per molti paesi dovrebbe essere l’ultimo anno del cambio dell’ora e chi ha deciso di approvare la proposta, dovrà decidere se mantenere l’ora legale o invece prediligere l’ora solare, che ritornerà gli ultimi giorni di ottobre.

Entro la fine di questo 2021 ogni Stato facente parte dell’Unione Europea, dovrà decidere se partecipare o meno a questo particolare cambiamento. Questa decisione ha creato una grande discussione, dividendo in due l’Europa e in particolare i paesi del Mediterraneo con quelli più a Nord che devono sempre combattere con un alternarsi di luce e buio diverso dal nostro, vista la loro vicinanza con il Circolo Polare Artico.

Questa posizione infatti fa sì che durante l’inverno saranno maggiori le ore di buio, mentre in estate quelle di luce. L’Italia ad esempio si è sempre dimostrata contraria riguardo a questo cambio di orario e del lasciare libero ogni paese europeo decidere se accettare o meno questa proposta.

In questo modo infatti si andrebbe a creare troppa confusione con i vari fusi orari, rendendo il tutto troppo complicato. A questo punto non ci resta che spostare le lancette avanti di un’ora questa notte e attendere le decisioni della Comunità europea per la prossima ora legale.