Magalli – Volpe la lite scoppiata su Rai Due è arrivata in tribunale ecco cosa hanno scritto i due sui social

Sotto i riflettori la lite fra Giancarlo Magalli e Adriana Volpe, colleghi televisivi che da Marzo 2017 sono in disputa a cause di alcune affermazioni fatte da Giancarlo Magalli su Adriana Volpe.

Le parole utilizzate dal conduttore, nei confronti della collega, sono state considerate lesive della reputazione della donna da parte del tribunale.

Dunque la situazione si mette male per Giancarlo Magalli, che sarà tenuto a difendersi presso il tribunale dall’accusa di diffamazione aggravata nei confronti di Adriana Volpe, come ha stabilito il Giudice nel corso delle indagini preliminari del tribunale di Roma.

La causa scatenante sarebbe un diverbio avvenuto tra i due in diretta tv nel marzo del 2017, quando il conduttore appelló la collega come “rompi…”. L’epiteto suscitò polemiche, e il conduttore provò a difendersi su Twitter scrivendo che la parola non era rivolta alle donne, “che ho sempre rispettato e che forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni. (la collega) ”

Parole con cui ha certamente peggiorato la sua posizione e che hanno dato luogo all’accusa citata in giudizio in quanto considerate lesive della reputazione.

La discussione avvenne ormai due anni fa durante la messa in onda di “I fatti vostri” e poi si spostò sui social, dove gli utenti si sono schierati da una o dall’altra parte.

Nelle ultime ore il Corriere ha riportato la notizia che Magalli “dovrà rispondere in tribunale dell’accusa di diffamazione aggravata nei confronti della presentatrice e attrice Adriana Volpe“.

Dunque Magalli di quel fatto dovrà discuterne in tribunale.

Oggi la situazione è tornata ad essere discussa sui social ecco, l’ultimo messaggio postato da Magalli su Facebook

Ovviamente a queste non potevano fare seguito che quelle della Volpe.

Intanto sul web, gli utenti è diviso tra chi è a favore della Volpe e chi di Magalli.

Chissà come andrà a finire.

Total
17
Shares
Related Posts