Lorella Cuccarini fa una dedica a Marco Columbro e lancia una frecciatina ad un altro ex collega.

La showgirl Lorella Cuccarini, dedica un pensiero al caro amico Marco Columbro in occasione del suo 70esimo compleanno e fa una sospetta frecciatina Matano sul suo profilo Instagram. In occasione dei 70 anni del caro amico Marco Columbro, la Cuccarini decide di pubblicare un affettuoso post con uno scatto degli anni ’90, che la ritrae insieme al festeggiato, al fianco di cui ha lavorato per molti anni stringendo una longeva e solida amicizia.

Ad accompagnare la foto vi è questa sincera e tenera didascalia, che recita: “Gli anni televisivi vissuti insieme sono ancora tra i più spensierati e felici… Buon compleanno, amico mio! Oggi, è una tappa importante! Grazie per la tua amicizia. Ti voglio bene.”Foto: Instagram/Lorella Cuccarini

Dal pensiero che Lorella Cuccarini ha avuto per Marco Columbro emerge il concreto affetto che li lega, consolidato dal tempo e dai tanti anni di assidua frequentazione sul set. I commenti contenenti auguri e felicitazioni nei confronti dell’attore settantenne sono stati moltissimi, ma erano presenti anche una grande quantità di complimenti rivolti a una delle coppie televisive più amate degli anni ’90. In molti ricordano quei volti familiari che hanno accompagnato tante domeniche nelle case italiane. Nei commenti li definiscono indimenticabili.

Tutta via ad alcuni dei numerosi follower della showgirl e conduttrice non è sfuggito un importante elemento. Infatti in molti leggendo fra le righe del messaggio hanno colto una frecciatina al più recente collega Alberto Matano, con cui Lorella Cuccarini ha condotto “la vita in diretta”. Parè infatti che vi siano state delle polemiche fra i due a conclusione della trasmissione, poiché la showgirl avrebbe accusato Matano di essere “un maschilista dall’ego smisurato”.

Inoltre la conduttrice aveva già affermato che la collaborazione con il collega non era stata affatto facile, causando spesso dissapori e tensioni sul lavoro. Queste le esatte parole della Cuccarini, che pur senza fare nomi pare effettuare dei chiari riferimenti:

“C’è una ‘prima volta’ alla quale non ero preparata: il confronto con l’ego sfrenato e – sì, diciamolo pure – con l’insospettabile maschilismo di un collega di lavoro. Esercitato più o meno sottilmente, ma con determinazione. Costantemente. Talvolta alternato ad incredibili (e mai credute) dichiarazioni pubbliche di stima nei miei riguardi”.

LEGGI ANCHE: Mara Venier non trattiene le lacrime, appena lo vede si emoziona “non dovevate farmela questa”