L’insegnante in pensione batte il record mondiale a 105 anni

Questa è la storia di Julia Hawkins, nota con il soprannome “Hurricane”, uragano in italiano. Sì perché la donna, 105enne, affronta sfide incredibili che vanno oltre ogni immaginazione. Julia è una ex docente e ha battuto il record di sprint sui 100 metri per la sua fascia di età agli US Senior Games.

Lei però si dice ancora delusa, perché voleva fare ancora di più, nonostante il suo tempo sia stato di 1.0295 minuti. La passione e la forza che la donna mette nella competizione è qualcosa di incredibile, c’è chi è disposto a scommettere che, alla sua veneranda età, sia più in forma di tanti atleti più giovani.

Si allena costantemente e riesce a tenere ben d’occhio anche il suo stato di salute, che gli ha concesso di rimanere così in forma per tutti questi anni. Per Julia correre è un’attività naturale e divertente e ha intenzione di non fermarsi mai.

Come spiega con orgoglio in tante video-interviste che la riguardano. La cosa incredibile che rende ancora più memorabile questa impresa è che ha iniziato a competere in gare per anziani, all’epoca di 80 anni, ai tempi correndo su bicicletta, ma dopo aver compiuto i cento anni ha iniziato a correre e nel 2017 ha battuto il record dei 100 metri sprint in fascia di età superiore ai 100 anni. Ora però si è messa ancora più d’impegno e vuole fare ancora di più.

La sua storia ci dimostra come la tenacia e la determinazione ci consentono di raggiungere obiettivi che fino a poco prima venivano visti come impossibili e che non è mai troppo tardi per far qualcosa che si desidera.

Un esempio, un modello di ispirazione che sicuramente aiuta tutti noi a capire che i record e che i limiti esistono per essere infranti.

Total
1
Shares
Related Posts