L’errore sorprendente che fai con le padelle e che le distrugge senza accorgertene

Tra gli utensili indispensabili che ogni cucina deve avere, sicuramente le pentole sono in prima posizione. Diverse dimensioni, forme e tipologie in base all’uso; spesso però riuscire ad utilizzarle non modo migliore non è sempre così facile e si finisce per fare i classici errori che tendono a rovinarle. Ovviamente, non si parla del loro utilizzo quotidiano, che ovviamente con il passare del tempo le danneggia, ma dell’uso errato che ne facciamo quando cuciniamo.

Tra gli errori più comuni che si fanno quando si usato pentole e padelle con fondo antiaderente, è quello di versare l’acqua subito dopo aver finito di cucinare,convinti che questo ci aiuterà in seguito nella loro pulizia. In realtà questo passaggio, a causa del forte sbalzo di temperatura, va a danneggiare l’antiaderenza, facendo sì che la sua efficacia si perda molto rapidamente.

Un altro errore molto frequente è quello di impostare la fiamma alla massima potenza, convinti che in questo modo la cottura sarà più veloce. In realtà agendo in questo modo, il calore si andrà solamente a disperdere ed è per questo che è consigliabile una fiamma medio bassa, che dal centro si propagherà verso l’esterno.

Sempre per quanto riguarda il materiale antiaderente, un consiglio utile è quello di evitare di inserirlo in lavastoviglie. Sicuramente riuscirà a lavarlo più a fondo, ma la lunga esposizione all’acqua, porterà a un danneggiamento più repentino del rivestimento.

Spesso, inoltre, senza rendercene conto, siamo soliti utilizzare le posate per mescolare il cibo e questo va a rovinare il fondo delle nostre pentole e padelle; è per questo che è sempre preferibile usare utensili in silicone o legno.


credit: pixabay/StockSnap

Un ultimo consiglio per utilizzare al meglio questi utensili è quello di posizionare sul fondo una piccola dose di olio; in questo modo eviteremo che il cibo si vada ad attaccare al fondo, oltre a donare un sapore migliore alla nostra pietanza.