Le giraffe si stanno estinguendo senza che ce ne accorgiamo

Negli ultimi 30 anni c’è stato un drastico calo delle giraffe, il mammifero più alto del mondo entra di diritto nelle specie a rischio estinzione. Secondo la IUCN, International Union for the Conservation of Nature, le cifre di giraffe esistenti vanno da 155.000 nel 1895 a circa 97.000 nel 2015.

Le cause dell’estinzione di questo splendido animale sono la fine del suo habitat naturale a causa degli umani che hanno invaso il loro territorio per costruire fattore e pascoli, ma abbiamo anche cause come il bracconaggio e disordini civili che si sono diffusi in gran parte del continente africano, specie in Kenya, in Somalia e in Etiopia, aree molto problematiche e qui, pensate, la carne di giraffa viene consumata abitualmente, dato che può sfamare un bel po’ di persone viste le dimensioni dell’animale.

credit: pixabay/12019

Fino ad ora, la situazione delle giraffe era considerata come molto poco preoccupante, tuttavia sono state iscritte nella Lista Rossa delle specie minacciate, il che significa che nel giro di tre generazioni, e quindi non tanti anni, la sua popolazione è scesa di oltre il 30%. Nonostante questo, alcuni nuclei familiari che riguardano l’animale sono cresciuti specie in Africa meridionale.

Anche se la perdita c’è ed è molto viva, questo animale sta vivendo una estinzione silenziosa, come la definisce il dottor Fennessy, che guida il gruppo studio sull’animale all’IUCN. È come se l’opinione pubblica non si accorgesse abbastanza di quello che sta accadendo, d’altronde se si va in un safari, le giraffe sono ben presenti un po’ ovunque, a differenza di elefanti e rinoceronti.

A dire il vero, vi sono cinque 9 sottospecie di questo bellissimo mammifero, almeno secondo gli studi tradizionali. Studi recenti hanno però suggerito che vi siano 4 specie diverse, una è rimasta così e tre son cresciute. Il dottor Fennessy afferma che la popolazione di quelle che vivono nell’est del continente è precipitata di oltre il 95%. È il caso della giraffa nubiana.

credit: pixabay/ramalholore

Ci sono delle soluzioni per salvare questa bellissima specie dall’estinzione? È vero, gli scienziati ritengono che alcune specie non potranno essere salvate, ma sono ottimisti sulla crescita e sullo sviluppo a lungo termine di altre popolazioni di questa specie.

Nell’Africa meridionale, per esempio, grazie ai parchi turistici si sono create delle aree protette che salvano questo animale dall’arrivo dei bracconieri. Chris Ransom dello Zoological Society of London ritiene che le giraffe possano sopravvivere se vengono compiuti adeguati sforzi di tutela della specie, consentendo agli animali di poter vivere in totale libertà allo stato brado.
E speriamo che sia così. Salvare e preservare l’ecosistema naturale è nostra responsabilità e troppo spesso non ce ne rendiamo conto come dovremmo.