Le chiavi per sapere se una mascherina è approvata

La mascherina è diventata un oggetto ormai di uso comune, ed è bene usarla ancora negli spazi chiusi o negli assembramenti. Ultimamente, però, le versioni di questa sono diventate veramente tante ei in molti casi i prezzi sono saliti alle stelle. Ma quali sono le caratteristiche per capire quali sono migliori e quali meno?
Vediamole insieme.

Mascherine igieniche
Sono le più usate insieme a quelle in tessuto. Devono essere conformi agli standard UNE 0064-2020 e UNE 0065-2020. La certificazione deve essere indicata sull’etichetta, se scegli di acquistarle su internet, guarda bene la descrizione del prodotto perché questo fattore deve essere specificato assolutamente.


credit: pixabay/viarami

Mascherine chirurgiche
Le mascherine chirurgiche sono quelle consigliate dal Ministero della Salute, e sono anche molto sicure. Per sapere se sono state approvate, fai attenzione alla confezione. Deve includere la dicitura CE europea e far riferimento allo standard UNE-EN 14683.

Raccomandazioni per l’uso della maschera
Sapere se la maschera è stata approvata potrebbe non essere sufficienti per proteggerti in modo adeguato. Dovresti anche sapere come usarla nel migliore dei modi. I principi da seguire sono molto semplici. La prima cosa da fare è lavarsi le mani con acqua e sapone a pH neutro prima di indossare la maschera, possiamo, in caso in cui fossimo fuori casa, usare anche un ottimo gel disinfettante.

Quindi, tieni gli elastici della maschera e regola bene la sua posizione in modo da coprire del tutto bocca e naso. Ovviamente la regola base rimane sempre una: non usarla per più di 4 ore di fila, in quanto allo scadere di questo tempo, andrebbe gettata nella spazzatura, perché la sua efficacia viene meno. Sperando che questi consigli vi siano stati molto utili, vi invitiamo a rispettare sempre le norme anti-covid per la vostra sicurezza.

LEGGI ANCHE: 4 consigli per evitare danni alla pelle per l’uso delle mascherine