Lamberto Sposini ha compiuto 67 anni, dopo l’ictus che ha radicalmente cambiato la sua vita, ecco come vive oggi

Ha appena compiuto 67 anni e lo ha festeggiato con la sua famiglia, Lamberto Sposini ha passato il suo compleanno attorniato dall’affetto dei suoi cari.

Il giornalista di canale 5 prima e di raiuno dopo, dopo quel brutto giorno di 8 anni fa che cambiò per sempre la sua vita, ha ritrovato una nuova serenità. Oggi vive a Milano, a prendersi cura di lui, le due figlie e la sua ex compagna, Sabina Donadio.

Era il 2011 quando durante una puntata di “La vita in diretta” programma che conduceva con Mara Venier, il giornalista ha accusato un malore, era stato colpito da un ictus.

Da quel momento la sua vita è radicalmente cambiata.

Classe 1953 originario di Foligno, oggi si è ritirato a vita privata, ma non disdegna i social e continua a mantenere i contatti con il suo pubblico, che nonostante tutto continua ad amarlo.

La malattia lo ha costretto ad allontanarsi dalla televisione, ma nessuno comunque si è dimenticato di lui, da quanto si sa, Lamberto ha ancora qualche problema con l’uso della parola e a scrivere e comunica prevalentemente attraverso lo sguardo.

Ma è un grande esempio di forza, continua a sorridere ed a vivere circondato dagli affetti familiari e anche dai tanti amici, anche del mondo dello spettacolo che spesso vanno a trovarlo, lo testimoniano le foto che vengono condivise sui social, gestiti dalla sua famiglia.

Ultimo in ordine di tempo ad andarlo a trovare è stato Giletti, come si può vedere dalla foto su Instagram.

Ma di certo nessuno si è dimenticato del suo compleanno!

Nella foto del soffio delle candeline sulla torta postato sul Web, tanti sono stati gli amici che lo hanno salutato e gli hanno augurato un buon compleanno con tanto affetto.

Tra i primi in assoluto Barbara D’Urso che è con lui anche per il taglio della torta, ma anche Enrico Mentana che gli ha scritto “Sempre nella stessa squadra, anche con tanti cambi di maglia! Auguri Lamberto” e poi tanti altri Simona Ventura, di Ivan Zazzaroni e ancora Lucio Presta, Carolyn Smith, Amedeo Minghi, Paola Saluzzi.

Total
61
Shares
Related Posts