La scelta di Louis Vuitton: produrrà gel igienizzante invece di profumo e lo distribuirà gratuitamente

In un momento come questo, sono molto richiesti i gel per le mani e in generale tutti quei prodotti che ci consentono di avere un’ottima igiene e pulizia degli ambienti ma soprattutto del nostro corpo.

In particolare in Francia, abbiamo assistito a una sorta di cordata comune di grandi marchi come Dior, Givenchy, Louis Vuitton, LVHM, per convertire, per il momento una parte del lavoro delle loro industrie per produrre il gel antibatterico e essere quindi in grado di distribuirlo negli ospedali e negli istituti dove c’è più bisogno di questo prodotto.

E così, dallo scorso lunedì, i grandi marchi di lusso hanno iniziato a produrre il gel igienizzante che potrebbe essere un passo importante per il contrasto al virus.

Anche la nota giornalista Friedman, ha commentato sul proprio profilo twitter la cosa, un gesto importante che ovviamente non poteva passare ovviamente inosservata.

Non solo questi brand hanno preso queste particolari decisioni contro il virus, ma ci sono stati anche grandi marchi di moda a muoversi in questo momento di grande emergenza, quali Armani e Versace che hanno fatto grandi donazioni economiche alle associazioni mediche italiane, ma anche Moncler, Prada, grandi marchi di moda e di lusso che si sono adoperati con grossi e ingenti aiuti per contrastare l’avanzare del virus.

Ricordiamo a tutti di lavarsi spesso le mani, in modo corretto e soprattutto di rispettare alla lettera le norme emanate dal governo. Solo stando in casa il più tempo possibile, per questo periodo, ci consentirà di affrontare il virus nel mondo corretto.

Bisogna porre un argine ai contagi nella maniera più ferma possibile. State in casa, per tutelare voi stessi, i vostri amici, i vostri familiari, i vostri cari tutti. Solo uniti, ma distanti, ce la faremo e potremo tornare a vivere.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, grandissimo gesto di Bonucci. Il difensore della Juventus ha deciso di aiutare l’ospedale che curò suo figlio